Appalti e concessioni nel nuovo sistema normativo determinato dal D.Lgs.n.50/2016

Tipologia: Corso di Aggiornamento Professionale (CAP)

Partenariato: Il corso è erogato in collaborazione con l’Associazione per la  Cooperazione e lo Sviluppo degli enti locali – ACSEL

Destinatari: Dipendenti della Pubblica Amministrazione

Durata: 60 ore

Titolo richiesto: Diploma

Sede:  Largo Guglielmo Marconi snc – Aprilia (Latina)

Calendario: 12 giornate da martedì   10/01/2017 a 28/03/2017

 

E’ previsto il rilascio di 6 CFU (Crediti Formativi Universitari)

 

Obiettivi

L’azione amministrativa in materia di contratti pubblici riveste un ruolo strategico nei processi di sviluppo economico del Paese.

Una maggiore efficienza ed efficacia nella gestione delle attività di realizzazione delle opere pubbliche, nonché di approvvigionamento di beni e servizi, determina un miglioramento qualitativo dei prodotti resi dalla Pubblica Amministrazione, favorisce la modernizzazione e l’innovazione, libera risorse già impegnate, rendendole disponibili per altri usi. Inoltre la spending review nel settore degli appalti può determinare effetti rilevanti sul contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica.

A fronte di tale scenario, le amministrazioni pubbliche evidenziano una domanda consistente e crescente di elevate professionalità nell’area dei contratti pubblici, con competenze multidisciplinari difficilmente rinvenibili sul mercato. Occorre infatti combinare approfondite conoscenze giuridiche, necessarie per garantire la correttezza delle procedure di gara e dei contratti, con altrettanto elevate competenze economiche e tecniche, volte a identificare la corretta architettura del bando e delle formule di aggiudicazione, anche al fine di evitare comportamenti collusivi delle imprese, e al fine di impostare le gare più complesse, quali, ad esempio, quelle aventi ad oggetto prodotti tecnologicamente sofisticati.

In definitiva la materia dei contratti pubblici si caratterizza, più di altre, per l’esigenza che al sapere, ossia all’acquisizione delle conoscenze, sia strettamente collegato il sapere fare, ossia l’applicazione delle conoscenze alla concretezza dell’azione. Il Corso ha quindi l’obiettivo di fornire gli strumenti adeguati e le necessarie conoscenze tecniche a quanti operano nel settore degli appalti di servizi, forniture e lavori.

Gli obiettivi del corso sono i seguenti:

  • Definire, a partire dal quadro normativo vigente, un protocollo operativo delle azioni che i dirigenti ed i funzionari pubblici debbono seguire nel corso della gestione della gara e del contratto.
  • Analizzare i profili economici dei contratti pubblici dal punto di vista della corretta individuazione del fabbisogno anche in relazione agli aspetti qualitativi, del perseguimento dell’efficienza amministrativa attraverso la razionalizzazione della spesa e della corretta tutela delle dinamiche concorrenziali.
  • Analizzare le opportunità, gli strumenti e le metodologie del ricorso allo strumento del partenariato pubblico-privato.
  • Definire il ruolo degli uffici e delle strutture preposti alla gestione dei contratti.

 

Programma

SEZIONE 1 – La gestione operativa delle gare e dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture nel sistema normativo vigente (42 ore)

1° MODULO  (6 ore)

  1. Soggetti aggregatori e la pianificazione degli appalti; b) Green e social procurement; c) Strumenti di acquisto e negoziazione; d) Il MEPA e le convenzioni CONSIP

2° MODULO (18 ore)

  1. il processo di acquisizione: la programmazione, la progettazione dell’opera o del servizio, la progettazione della gara; l’affidamento, la verifica  sull’esecuzione; b) il R.U.P. e le fasi della procedura di affidamento; c) le indagini preliminari di mercato; d) la gara e le procedure di gara; e) gli affidamenti sotto soglia; f) accordi quadro; g) le procedure competitive con negoziazione; h) nuovi criteri di trasparenza, di soccorso, di rapporto con le imprese; i) Le commissioni di gara; l) L’appalto integrato e l’anomalia dell’offerta; m) accordi, sponsorizzazioni, convenzioni tra pubbliche amministrazioni.

3° MODULO (12 ore)

  1. La scelta della procedura; b) La procedura aperta; c) La procedura ristretta; d) La procedura competitiva con negoziazione; e) La procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara; f) Il Dialogo competitivo; g) Partenariato per l’innovazione; h) Le consultazioni preliminari di mercato: potenzialità e limiti; i) Le specifiche tecniche e le etichettature; l) Gli avvisi di preinformazione; m) I bandi di gara: contenuti; n) I bandi di gara: modalità di redazione e di pubblicazione

4° MODULO (6 ore)

  1. La Commissione di aggiudicazione: competenze e composizione; b) I motivi di esclusione; c) La Documentazione di gara, criteri di selezione e soccorso istruttorio; d) Il sistema unico di qualificazione degli esecutori di lavori pubblici; e) Il documento di gara unico europeo; f) Le certificazioni di qualità; g) L’avvalimento; h) La riduzione progressiva dei candidati e degli offerenti.

 

SEZIONE 2 – Modulo di approfondimento tematico: la gestione degli appalti pubblici attraverso il ricorso al partenariato pubblico-privato (18 ore)

1° MODULO  (9  ore)

  1. Il contratto di concessione: definizione; b) Il concetto di rischio operativo; c) limiti al contributo pubblico; d) la permuta di immobili pubblici; e) il closing finanziario; f) l’equilibrio economico-finanziario; g) limiti alla modifica dei contratti; h) l’allocazione dei rischi; i) il contratto di partenariato pubblico privato: definizione; l) distinzione tra concessioni e contratti di partenariato pubblico privato; m) il concetto di disponibilità;  n) il canone di disponibilità; o) le procedure di affidamento; p) il principio di libera amministrazione delle autorità pubbliche.

2° MODULO (9 ore)

a)Il contratto di partenariato: definizione; b) metodi di calcolo del valore dei contratti di PPP; c) la durata; d) l’esecuzione delle concessioni e dei contratti di PPP; e) il finanziamento del progetto; f) la società di progetto; g) la figura del promotore privato; h) la finanza di progetto; i) il contratto di disponibilità; l) la locazione finanziaria;  m) la cessione di immobili; n) Valutazione dell’investimento: Value for money, PPP Test, Public sector comparator; o) la contabilizzazione dei contratti di concessione e di PPP “on-balance e off-balance”.

 

Metodologia didattica

Il corso prevede la trattazione di temi e argomenti sia sotto il profilo teorico sia dal punto di vista pratico- applicativo.

L’obiettivo del corso è infatti consentire l’acquisizione di una conoscenza operativa dei temi trattati in aula.

E’ previsto l’utilizzo di metodologie didattiche di tipo attivo, basate su interazione, con particolare attenzione al coinvolgimento dei partecipanti e all’interazione con i docenti.

La trattazione dei casi reali avverrà anche in presenza di testimonial aziendali e potrà riguardare quesiti/problemi suggeriti dai partecipanti – prima dell’avvio del corso – inquadrati nel loro campo di attività professionale, al fine di verificare l’applicazione degli strumenti e dei comportamenti proposti in aula attraverso prove pratiche .

I docenti assicureranno consulenza ai partecipanti durante il corso e per i tre mesi successivi alla conclusione.

Durante tutta la durata del corso sarà fornito materiale didattico di vario genere: presentazioni Power point e copie di casi di studio. Il materiale didattico del corso sarà inviato in formato elettronico alla  Direzione Centrale Credito e Welfare per le proprie finalità formative.

 

Contatti

Per informazione e assistenza:
Link Campus University
Ufficio Corsi P.A.
Tel.:06 94801498

E-mailcorsipa@unilink.it
Numero verde INPS 803164