Oggi il seminario “Bologna and beyond”

Quali sono le grandi sfide da affrontare per il mondo universitario e per la ricerca? Ad approfondire l’argomento ci pensa oggi Link  Campus University che, insieme a La Sapienza Università di Roma, ha organizzato il seminario “Bologna and beyond”, sul tema dell’internazionalizzazione dell’università, tra responsabili di università italiane e straniere. Il seminario si svolgerà oggi lunedì 24 novembre, ore 14.30, presso la sala Igea dell’Istituto dell’Enciclopedia italiana (piazza della Enciclopedia Italiana 4, Roma).

I rapporti di cooperazione tra atenei di diversi Paesi – nonché tra atenei e altri attori economici e sociali – costituiscono uno degli aspetti più importanti della vita universitaria. Essi rappresentano il metro più attendibile per valutare l’impatto che un’istituzione riesce ad avere, tanto nel contesto sociale che la esprime, quanto in quello internazionale.

In particolare, l’internazionalizzazione delle università è fondamentale per migliorare la qualità della formazione e deriva da valutazioni economiche e strategiche, dalla consapevolezza di agire come tramite insostituibile per il trasferimento di conoscenza nei processi di sviluppo sociale, civile, culturale e umano.

Si tratta di un dibattito che verte su alcune questioni prioritarie: il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dal Consiglio europeo di Lisbona nel 2000 e il perseguimento di quelli definiti nell’ambito del Processo di Bologna. 

In entrambi i casi il miglioramento delle condizioni della mobilità di ricercatori, studenti e docenti è considerato elemento fondamentale per accrescere la qualità della ricerca, della didattica e della formazione accademica. Consolidando l’offerta in termini di qualità e servizi, il sistema universitario acquista competitività a livello internazionale.

Apriranno i lavori i saluti di Paolo Gentiloni, ministro degli Affari esteri, di Antonello Biagini, prorettore Affari generali della Sapienza e di Vincenzo Scotti, presidente di Link Campus University.

Interverranno Ortensio Zecchino, già ministro dell’Università; Alessandro Schiesaro, coordinatore della segreteria tecnica per le Politiche della ricerca Miur; Stefano Paleari, presidente della Crui; Alberto Melloni, segretario della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII; i rettori Eugenio Gaudio, Sapienza Università di Roma e Adriano De Maio, Università degli Studi Link Campus University.

Concluderà i lavori il ministro dell’Istruzione, dell’università e della ricerca Stefania Giannini.

r.s.v.p.: m.emanuele@unilink.it