Giovanni Petrucci terrà la lezione “Coni: un modello tutto italiano”

Martedì 28 gennaio 2014 alle ore 9.30

aula 5 A – primo piano

 

Il Master in Diritto e Management dello Sport, erogato da IDEMS, il Centro Studi dell’Università degli Studi Link Campus University di Roma, propone un incontro di particolare importanza ospitando il dottor Giovanni Petrucci che terrà una lezione su Coni: un modello tutto italiano.

 

Il dott.  Petrucci è stato presidente del Comitato Olimpico Nazionale per quattordici anni, dal 1999 al 2013, il più longevo nella carica dopo Giulio Onesti, il papà del Coni moderno (1944-1978), consentendo allo sport italiano di confermarsi in quattro cicli olimpici, da Sydney a Londra, tra i primi otto-dieci Paesi al mondo.

Conclusa l’esperienza al Foro Italico, Giovanni Petrucci è ora presidente della Federazione Italiana Pallacanestro, incarico già ricoperto tra il 1992 e il 1999, dopo esserne stato (1977-1985) segretario generale, incarico poi ricoperto anche in Federcalcio (1985-1991) e lasciato per divenire, per sei mesi, vicepresidente esecutivo dell’AS Roma. E’ stato anche commissario straordinario dellAssociazione Italiana Arbitri di calcio e, tra il 2000-2001, commissario straordinario della Figc. Attualmente è anche il primo cittadino del Comune di San Felice Circeo.

Presidente del Coni per quattro mandati consecutivi, il dottor Petrucci illustrerà la specificità del sistema sportivo italiano, appunto un modello unico al mondo, gestito da un Ente che, nato nel 1914, strutturato giuridicamente come ente pubblico soggetto alla vigilanza del Ministero per i beni e le attività culturali, ha acquisito nel dopoguerra, a partire dal 1944, grazie all’impegno di Giulio Onesti, dapprima commissario straordinario e dal 1946 presidente, l’autonomia organizzativa e gestionale dell’Ente coordinando, attraverso le Federazioni Sportive Nazionali confederate, le discipline associate e gli enti di promozione sportiva, la promozione e la diffusione dello sport oltre che la preparazione degli atleti azzurri per i Giochi Olimpici.