In crescita gli immatricolati alla Link Campus University, in controtendenza rispetto agli altri Atenei

 ISCRIZIONI IN AUMENTO LINK CAMPUS

In calo gli immatricolati nelle Università italiane per l’a.a. 2015-2016. In controtendenza l’Università degli studi Link Campus University che vede salire le iscrizioni del 41,3%.

Il Miur ha diffuso il numero delle immatricolazioni evidenziando un calo del 3% di nuovi ingressi rispetto al quadriennio precedente. Un calo modesto, che però nasconde un trend importante nel panorama delle università italiane.

Crollano le iscrizioni a Giurisprudenza, la Laurea Magistrale a ciclo unico che più si avvicina al modello classico del vecchio ordinamento. In flessione anche Economia, Ingegneria Civile e Architettura. In crescita le classi di laurea collegate all’Ict. Gli studenti cercano più laboratori informatici e meno studi d’avvocato e commercialisti. Dati che rivelano una maggiore attenzione al futuro e a quei settori che vedono in crescita l’occupazione.

Proprio l’attenzione alle chance occupazionali e l’orientamento all’Itc hanno posto Link Campus University come una delle realtà universitarie in crescita con un’alta percentuale di nuove immatricolazioni: più 41,3%.

L’offerta formativa dell’Ateneo è attentamente rivolta al mondo del lavoro. Un esempio su tutti è il Corso di Laurea in Comunicazione Digitale e Gaming. Il Corso di Laurea si avvale del DASIC, centro di ricerca fiore all’occhiello dell’Università, che si occupa dell’applicazione delle nuove tecnologie ai processi di produzione, amministrazione e consumo con l’obiettivo di apportare innovazione e ottimizzazione. Il DASIC tiene nuomerosi laboratori tematici: Modellazione, Stampa 3d e tecniche di digital fabrication, Elettronica open source (Arduino) e Internet of Things, HumanComputer Interaction: dall’ideazione alla prototipazione di applicazioni web e mobile, Laboratorio LEGO® SERIOUS PLAY® 

Anche il  Corso di Laurea in Comunicazione Digitale, indirizzo Gaming, si colloca in maniera ottimale rispetto al mercato del lavoro. Il mercato dei videogiochi, infatti, è in forte crescita, un’industria che, racconta il Financial Times, a livello globale vale quasi 100 miliardi.

Corsi di laurea più tradizionali come quello in Giurisprudenza, che altrove sono in caduta libera (il Miur parla di una perdita di studenti del 35%), alla Link Campus University si rivelano con formule innovative orientate al mercato occupazionale. La didattica è integrata con laboratori e legal games dove le attività caratteristiche del mondo professionale si traducono in fondamentale occasione di esperienza applicativa; nuovi curriculum come quello in Scienze Forensi, Investigative e Criminologiche; l’attenzione al contesto giuridico internazionale ed europeo sono solo alcune delle peculiarità che fanno la differenza nel panorama universitario italiano.

Leggi l’articolo de Il Sole 24 ore