CRIFC

CRIFC è il Centro di Ricerca Finanza e Fiscalità nell’era della globalizzazione.

Obiettivi:

  • condurre ricerche sui temi della fiscalità internazionale ed europea, del  commercio internazionale, del diritto degli investimenti, della risoluzione delle controversie tra imprese e sulla comparazione tra diversi ordinamenti giuridici;
  • fungere da “articolatore di rete” e catalizzatore per le istituzioni di ricerca nazionali e internazionali interessate a contribuire all’analisi dei fenomeni fiscali e commerciali transnazionali e delle materie connesse, al fine di costituire un network di ricerca internazionale su tali fenomeni, in grado di interscambiare metodi, strumenti di analisi, buone prassi e informazioni atte a migliorare la comprensione globale del fenomeno;
  • elaborare, sviluppare e applicare metodologie di analisi e ricerca innovative per la comprensione dei fenomeni della fiscalità e del commercio transnazionale e produrre modelli e strumenti di gestione delle informazioni da condividere con i partner della rete internazionale di ricerca;
  • raccogliere, organizzare e comparare a livello sovranazionale gli strumenti e le normative esistenti in tema di  fiscalità e commercio transnazionale, al fine di contribuire all’armonizzazione delle legislazioni e degli strumenti pratici utili agli operati di settore; progettare e promuovere prodotti formativi specifici e corsi di formazione a servizio degli operatori professionali sia pubblici che privati, di liberi professionisti, studenti universitari, studenti di scuole dottorali o master, sia in campo nazionale che internazionale nonchè attività strumentali di supporto della didattica e della ricerca scientifica, anche mediante la realizzazione di master, corsi di perfezionamento, tirocini formativi e di orientamento, percorsi di alta formazione e apprendistato nel campo delle suddette tematiche;
  • realizzare e diffondere pubblicazioni, case study, rapporti e materiale divulgativo sulle ricerche condotte, siano esse prodotte direttamente dal Centro, dai propri partner nazionali o internazionali o da terzi il cui contributo venga considerato di particolare rilevanza per la comprensione di fenomeni oggetto di studio ed anche al fine di favorire gli studi inter-disciplinari e collaborazioni congiunte.