Culture(s)

Gli studenti provenienti da Istituti scolastici di tutta Italia incontrano lo scrittore

Alessandro Cinquegrani

Che cos’è per te la cultura?

Che cos’è per te l’arte?

 

Queste sono alcune delle domande inserite nel questionario del 5° Rapporto di ricerca dell’Osservatorio Generazione Proteo che consentiranno di aprire una discussione all’interno del tavolo tematico Culture(s), uno dei 9 tavoli tematici in cui gli studenti si confronteranno durante #ProteoBrains2017 l’11 e il 12 maggio.

 

 

Alessandro Cinquegrani

Alessandro Cinquegrani - culture(s)Alessandro Cinquegrani è ricercatore di letteratura comparata all’Università Ca’ Foscari Venezia. Oltre ad alcuni libri di critica letteraria ha pubblicato il romanzo Cacciatori di frodo (2012, finalista al Premio Calvino, segnalato al Premio Strega, adattato per il teatro da Giuseppe Emiliani). In ambito teatrale ha scritto la drammaturgia di Medea per il Teatro Bresci, regia di Stefano Scandaletti. Scrive per l’Indice dei Libri del Mese e per altre riviste di critica letteraria e cinematografica.

 

 

 

 

 

Modera la docente del Corso di Laurea in Comunicazione e DAMS, Valentina Re.

#proteobrains2017 - Valentina ReProfessore associato presso l’Università degli Studi Link Campus University, Valentina Re ha conseguito nel 2005 il Dottorato in Studi teatrali e cinematografici all’Università di Bologna e dal 2009 al 2014 è stata ricercatrice presso l’Università Ca’ Foscari Venezia. È membro dell’editorial board delle riviste “Cinéma & Cie” e “Cinergie” e dirige la collana “Innesti – Cinema, letteratura e altri linguaggi”. Tra le sue pubblicazioni i volumi Ai margini del film. Incipit e titoli di testa (2006), Visioni di altre visioni. Intertestualità e cinema (con G. Guagnelini, 2007), Cominciare dalla fine. Studi su Genette e il cinema (2012).    

 

Modera Elisa Mandelli (assegnista di ricerca)

mandelliElisa Mandelli è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi Link Campus University, nell’ambito del progetto di ricerca di interesse nazionale “Comizi d’amore. Il cinema e la questione sessuale in Italia (1948-1978)”, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Nel 2015 ha conseguito il Dottorato in Storia delle arti all’Università Ca’ Foscari/IUAV (Venezia). I suoi interessi di ricerca includono i rapporti tra il cinema e le altre forme espressive, in particolare le arti visive; l’analisi di prodotti cinematografici e seriali; l’esposizione delle immagini in movimento negli spazi museali. Membro dell’editorial board della rivista «Cinergie», ha pubblicato saggi in diverse riviste nazionali e internazionali, tra cui «Cinema&Cie», «1895», «Studi culturali». Sono di prossima pubblicazione i suoi volumi Esporre la memoria. Le immagini in movimento nel museo contemporaneo (Forum, Udine 2017) e In Treatment.La serialità in analisi (Mimesis, Milano-Udine, 2017).