Ecco i vincitori dei Primetime Emmy Awards 2014

La storia si ripete. Come nel 2013, a portarsi a casa i due premi più ambiti dei Primetime Emmy Awards, ovvero gli “Oscar della televisione”, sono le serie Breaking Bad e Modern Family. Nella 66esima edizione degli Emmy, infatti, la serie Breaking Bad targata AMC ha conquistato per il secondo anno consecutivo il premio come Miglior Drama, mentre Modern Family ha vinto il premio nella categoria Miglior Comedy per il quinto anno di fila, superando concorrenti agguerritissimi come Big Bang Theory e la new entry Orange is the new black.

Facile prevedere il trionfo di Breaking Bad. L’ultima edizione della serie cult, infatti, è stata messa in onda in due blocchi da otto episodi ciascuno in due stagioni televisive diverse. Ecco spiegata la doppietta nella categoria più ambita degli Emmy Awards, dove ha conquistato quest’anno altri 4 premi nella categoria drama: miglior attore protagonista (Bryan Cranston per il ruolo di Walter White), miglior attore non protagonista (Aaron Paul per il ruolo di Jesse Pinkman), miglior attrice non protagonista (Anna Gunn per il ruolo di Skyler White) e migliore sceneggiatura (Ozymandias scritto da Moira Walley-Beckett).

La cerimonia di premiazione dei Primetime Emmy Awards è stata seguitissima anche in Italia. C’è sempre maggiore attenzione sul mondo delle serie, merito anche di prodotti, come la serie Gomorra, che hanno dimostrato di aver raggiunto il livello delle serie statunitensi. Quindi, anche in Italia, quello della serialità televisiva inizia a essere un settore in cui poter investire il proprio talento e avere successo. Ecco perché l’Università degli Studi Link Campus University di Roma ha affidato, nel ruolo di direttore artistico, la guida del proprio Corso di Laurea in DAMS a uno dei maggiori protagonisti della fiction italiana, Alessandro Preziosi

Il percorso di studi in Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda (DAMS) ha l’obiettivo di far nascere nuovi professionisti e manager del settore, anche con un’attenzione particolare al settore delle serie televisive. Si tratta di un Corso di Studi per il quale la Link Campus University, fino al prossimo 9 settembre, mette a disposizione borse di studio a copertura totale e parziale.

Ecco la lista completa dei premi della 66esima edizione dei Primetime Emmy Awards:

Miglior drama
Breaking Bad (Amc)

Miglior comedy
Modern Family (Abc)

Miglior miniserie
Fargo (Fx)

Miglior film-tv
The Normal Heart (Hbo)

Miglior attore protagonista di una serie drama
Bryan Cranston per il ruolo di Walter White in Breaking Bad (Amc)

Miglior attrice protagonista  di una serie drama
Julianna Margulies per il ruolo di Alicia Florrick in The Good Wife (Cbs)

Miglior attore protagonista  di una serie comedy
Jim Parsons per il ruolo di Sheldon Cooper in The Big Bang Theory (Cbs)

Miglior attrice protagonista  di una serie comedy
Julia Louis-Dreyfus er il ruolo di Selina Meyer in Veep (Hbo)

Miglior attore non protagonista di una serie drama
Aaron Paul per il ruolo di Jesse Pinkman in Breaking Bad (Amc)

Miglior attrice non protagonista di una serie drama
Anna Gunn per il ruolo di Skyler White in Breaking Bad (Amc)

Migliore attore non protagonista di una serie comedy
Ty Burrell per il ruolo di Phil Dunphy in Modern Family (Abc)

Miglior attrice non protagonista di una serie comedy
Allison Janney per il ruolo di Bonnie Plunkett in Mom (Cbs)

Miglior guest star femminile di una serie drama
Allison Janney per il ruolo di Margaret Scully in Masters of Sex (Showtime)

Miglior guest star maschile di una serie drama
Joe Morton per il ruolo di Rowan in Scandal (Abc)

Miglior guest star femminile di una serie comedy
Uzo Aduba per il ruolo di Suzanne ‘Crazy Eyes’ Warren in Orange Is the New Black (Netflix)

Miglior guest star maschile di una serie comedy
Jimmy Fallon come conduttore del Saturday Night Live

Miglior attore protagonista in una miniserie o film-tv
Benedict Cumberbatch per il ruolo di Sherlock Holmes in Sherlock: His Last Vow (Bbc)

Miglior attrice protagonista  in una miniserie o film-tv
Jessica Lange per il ruolo di Fiona Goode in American Horror Story: Coven (Fx)

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film-tv
Martin Freeman per il ruolo di John Watson in Sherlock: His Last Vow (Bbc)

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film-tv
Kathy Bates per il ruolo di Delphine LaLaurie in American Horror Story: Coven (Fx)

Miglior sceneggiatura per una serie drama
Ozymandias (Breaking Bad, Amc), scritto da Moira Walley-Beckett

Miglior regia per una serie drama
Who Goes There (True Detective, Hbo), diretto da Cary Joji Fukunaga

Miglior sceneggiatura per una serie comedy
So Did The Fat Lady (Louie, Fx), scritto da Louis C.K.

Miglior regia per una serie comedy
Vegas (Modern Family, Abc), diretto da Gail Mancuso

Miglior sceneggiatura per una miniserie o film-tv
Sherlock: His Last Vow (Bbc 1), scritto da Steven Moffat 

Miglior regia per una miniserie o film-tv
Buridan’s Ass (Fargo, Fx), diretto da Colin Bucksey

Miglior casting per una serie drama
True Detective (Hbo)

Miglior casting per una serie comedy
Orange Is The New Black (Netflix)

Miglior casting per una miniserie o film-tv
Fargo (Fx)