I nostri giovani: Fabio Zampini (Economia)

Fabio Zampini si è laureato in Economia (International Management) a pieni voti. Attualmente lavora in qualità di Tax Manager presso la Crowe Horwath International.

Sperimentando sul campo la formazione ricevuta dalla Link Campus, in che cosa ritiene sia originale?

Diversamente da altre università la Link Campus University grazie ai suoi piani di studi, alla struttura organizzativa ed al carattere internazionale permette di completare il proprio ciclo di studi in modo proficuo e nei tempi prefissati. Approcciare il mercato del lavoro poco dopo i vent’anni e con una preparazione di carattere internazionale rappresenta indubbiamente un vantaggio competitivo nei confronti dei colleghi italiani ed anche stranieri.

Ha avuto difficoltà nell’inserirsi nel mondo del lavoro?

Direi di no. Grazie ad un progetto in collaborazione tra la Link Campus University e una delle cd. Big4 (le 4 più grandi società di revisione contabile) a conclusione della laurea triennale mi è stata offerta la possibilità di uno ‘stage’ di 6 mesi. Ciò ha rappresentato un’ importante opportunità per entrare subito in contatto con il mondo del lavoro, iniziare a conoscerne le dinamiche ed a sviluppare contatti. A conclusione della laurea specialistica ho, infatti, iniziato l’attività di consulenza tributaria proprio con la stessa Big4.

Come interpreta, dal suo osservatorio, l’evoluzione della crisi economica globale. Mi parli del suo lavoro e della posizione che occupa?

La crisi di natura finanziaria scoppiata negli ultimi mesi del 2007, sfociata poi in crisi economica ed industriale, ha investito e continuerà inevitabilmente ad investire la vita di tutti: famiglie, lavoratori, imprese. I fatti di cronaca nera, il calo dei consumi, i crolli dei mercati finanziari, i fallimenti di numerose imprese ne sono gli effetti più evidenti, tanto più in un Italia che soffre già di per sé di ulteriori problematiche di carattere domestico.
Per risolvere la crisi economica globale si rendono necessarie manovre strategiche e correttive a più livelli (locale, nazionale e sovrannazionale), in più ambiti (finanziario, economico, fiscale, etc.) e probabilmente, fiducia nella teoria dei “corsi e ricorsi”. In qualità di Tax Manager per Crowe Horwath International, società internazionale, presente con 650 uffici in 109 Paesi, specializzata in ambito tributario, diritto e consulenza del lavoro, legale e societario ed audit, mi occupo di fiscalità d’impresa prevalentemente per gruppi multinazionali italiani ed esteri.