La professionalizzazione delle stazioni appaltanti alla luce del nuovo codice degli appalti (d.Lgs. N. 50/2016)

Tipologia: Corso di Aggiornamento Professionale (CAP)

Partenariato: Il corso è erogato in collaborazione con l’Associazione per la  Cooperazione e lo Sviluppo degli enti locali – ACSEL

Destinatari: Dipendenti della Pubblica Amministrazione

Durata: 60 ore

Titolo richiesto: Diploma

Sede:  Via A. Manzoni n. 10. – 02100 – Rieti

Calendario: 12 giornate da mercoledì   11/01/2017 a 29/03/2017

 

E’ previsto il rilascio di 6 CFU (Crediti Formativi Universitari)

 

Obiettivi

Con il recepimento delle nuove direttive europee, operato mediante il Decreto Legislativo n. 50 del 18 aprile 2016, si è conclusa la prima fase di riforma del sistema di approvvigionamento delle amministrazioni aggiudicatrici. Rispetto al precedente quadro normativo, le novità introdotte sono tali da richiedere l’individuazione di corsi di formazione e di aggiornamento professionale finalizzate a rendere operative le previsioni normative.

Il Corso ha quindi l’obiettivo di fornire gli strumenti adeguati e le necessarie conoscenze tecniche a quanti operano nel settore degli appalti di servizi, forniture e lavori.

 

Programma

1° MODULO: La disciplina sui contratti pubblici: novità normative e giurisprudenziali.  La fase di gara (12 ore)

  • La disciplina “generale” e la sua evoluzione: il Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (d.lgs. n. 50/16)
  • L’ambito soggettivo di applicazione
  • L’ambito oggettivo di applicazione
  • Il favor verso la suddivisione in lotti delle prestazioni oggetto di affidamento

LA FASE DI GARA

  1. I soggetti abilitati ad assumere lavori pubblici
  • I concorrenti singoli (imprese artigiane; società commerciali, artigiane e cooperative)
  • I concorrenti in forma plurisoggettiva (raggruppamenti temporanei di imprese; consorzi; g.e.i.e.; consorzi stabili e cooperative)
  • L’istituto dell’avvalimento: evoluzione giurisprudenziale e alcuni casi pratici
  1. I requisiti di idoneità
  • I requisiti di ordine generale: le novità normative e la posizione della giurisprudenza
  • Il controllo e collegamento tra imprese: analisi della giurisprudenza comunitaria e nazionale: profili di criticità alla luce delle recenti modifiche normative
  • I requisiti di idoneità tecnico-organizzativa ed economico finanziaria
  • Le modalità di dimostrazione dei requisiti alla luce dei recenti provvedimenti normativi in tema di “decertificazione”
  1. I sistemi di realizzazione di lavori pubblici e di acquisizione di beni e servizi
  • L’oggetto del contratto di appalto: esecuzione; progettazione ed esecuzione di lavori
  • L’appalto come sistema di realizzazione di lavori pubblici
  • Le procedure negoziate per i lavori e l’acquisizione di beni e servizi: presupposti e limiti
  • Il ruolo dell’ANAC
  • Il contratto di concessione e il contratto di partenariato pubblico privato

2° MODULO :  I metodi di affidamento  dei contratti  (18 ore)

  • Le procedure di scelta del contraente
  • I principi generali e le indicazioni operative
  • Le singole procedure:
  • la procedura aperta
  • la procedura ristretta
  • la procedura negoziata il dialogo competitivo
  • l’accordo quadro come tipologia contrattuale: natura e contenuto
  • In particolare: i casi in cui è ammessa la procedura negoziata, anche alla luce delle linee guida dell’ANAC
  • La disciplina per gli appalti “sottosoglia”
  • In particolare: il ricorso alla procedura negoziata nel caso di appalti sottosoglia
  • La predisposizione dei bandi di gara e della lettera di invito: i profili teorici e problematiche applicative
  • I principi generali
  • Il bando di gara e la lettera d’invito: contenuti
  • La valutazione delle offerte e il procedimento di aggiudicazione
  • I criteri di aggiudicazione: il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e il criterio del prezzo più basso
  • Il meccanismo di individuazione delle offerte anomale e le verifiche di congruità
  • La commissione giudicatrice: natura, composizione, compiti, cause di incompatibilità. Modalità e criteri di redazione dei verbali di gara. Analisi della giurisprudenza
  • La valutazione della congruità dell’offerta: principi e procedure: la posizione della giurisprudenza
  • La pubblicità delle sedute di gara
  • I controlli a campione; i controlli sull’aggiudicatario e sul secondo graduato
  • L’aggiudicazione provvisoria, definitiva e l’aggiudicazione definitiva/efficace
  • Le modalità di redazione dei verbali di gara.
  • Casi pratici e analisi della giurisprudenza

3° MODULO:  Il rapporto contrattuale e la risoluzione delle controversie (12 ore)

  • Il rapporto contrattuale
  1. La fase di esecuzione
  • Le modalità di determinazione del corrispettivo: a corpo; a misura; a corpo e a misura.
  • L’anticipazione del prezzo contrattuale
  • Le variazioni del progetto esecutivo: i casi in cui sono ammesse le varianti
  • I limiti allo ius variandi del committente: principi generali
  • Il termine di esecuzione
  • Le penali per ritardata esecuzione
  • Il sistema delle garanzie e delle coperture assicurative
  • Le contestazioni dell’appaltatore: le riserve
  1. Il subappalto
  • Limiti procedurali e quantitativi
  • Il divieto di subappalto a cascata
  • I contratti similari al subappalto (fornitura con posa in opera, nolo a caldo) e la disciplina applicabile
  • I rapporti tra subappalto e subfornitura
  • Subappalto e avvalimento: principali differenze
  1. La risoluzione delle controversie
  • Le controversie della fase di affidamento
  • Il precontenzioso: l’informativa in ordine all’intento di proporre ricorso giurisdizionale; i ricorsi innanzi al giudice amministrativo; la tutela cautelare; la richiesta di risarcimento dei danni; le sanzioni alternative
  • Le controversie nella fase esecutiva (in particolare, la transazione e l’accordo bonario, l’arbitrato).

4° MODULO   (18 ore) – Concessioni e contratti di partenariato pubblico privato

  • Le concessioni
  • Il contratto di concessione: definizione
  • Il concetto di rischio operativo
  • limiti al contributo pubblico
  • la permuta di immobili pubblici
  • il closing finanziario
  • l’equilibrio economico-finanziario
  • limiti alla modifica dei contratti
  • l’allocazione dei rischi
  • il principio di libera amministrazione delle autorità pubbliche
  • I contratti di partenariato pubblico privato
  • il contratto di partenariato pubblico privato: definizione
  • distinzione tra concessioni e contratti di partenariato pubblico privato
  • il concetto di disponibilità
  • il canone di disponibilità
  • le procedure di affidamento
  • metodi di calcolo del valore dei contratti di PPP
  • il finanziamento del progetto e la società di progetto
  • la figura del promotore privato
  • la finanza di progetto
  • il contratto di disponibilità
  • la locazione finanziaria
  • la cessione di immobili
  • Valutazione dell’investimento: Value for money, PPP Test, Public sector comparator
  • la contabilizzazione dei contratti di concessione e di PPP “on-balance e off-balance.

 

Metodologia didattica

Il corso prevede la trattazione di temi e argomenti sia sotto il profilo teorico sia dal punto di vista pratico- applicativo.

L’obiettivo del corso è infatti consentire l’acquisizione di una conoscenza operativa dei temi trattati in aula.

E’ previsto l’utilizzo di metodologie didattiche di tipo attivo, basate su interazione, con particolare attenzione al coinvolgimento dei partecipanti e all’interazione con i docenti.

La trattazione dei casi reali avverrà anche in presenza di testimonial aziendali e potrà riguardare quesiti/problemi suggeriti dai partecipanti – prima dell’avvio del corso – inquadrati nel loro campo di attività professionale, al fine di verificare l’applicazione degli strumenti e dei comportamenti proposti in aula attraverso prove pratiche .

I docenti assicureranno consulenza ai partecipanti durante il corso e per i tre mesi successivi alla conclusione.

Durante tutta la durata del corso sarà fornito materiale didattico di vario genere: presentazioni Power point e copie di casi di studio. Il materiale didattico del corso sarà inviato in formato elettronico alla  Direzione Centrale Credito e Welfare per le proprie finalità formative.

 

Contatti

Per informazione e assistenza:

Link Campus University

Ufficio Corsi P.A.

Tel.:06 94802290

Cell.:3938256642

E-mailcorsipa@unilink.it

Numero verde INPS 803164