Linee Strategiche – 04/10/2013

progetto a cura di Marco Emanuele (lineestrategiche@gmail.com, 393/8697706)
“La mia libertà comincia dove comincia quella dell’altro”.
In questa frase ri-trovo il nucleo fondamentale della mia idea di “progetto di civiltà”. Una frase che esprime un modo di pensare, dunque di essere per fare. Un frase che, come scrivevo, intende la libertà come liberazione, uscendo dal pericolo di una libertà intesa come libero arbitrio, concetto (non a caso) oggi dominante.
La libertà come liberazione ri-torna all’umanità unica ed intera che, nelle difficoltà e negli errori, evolve respirando l’armonia. Un’umanità dal cui senso profondo ci stiamo allontanando, separandola ed innaturalmente riducendola a tanti “individui” interscambiabili e sommabili per “fare massa”.
Dobbiamo restituire dignità alla persona, mistero creato che si ri-crea in ogni altro attraverso l’integrazione, nel dialogo. Le persone, infatti, non “fanno masa” e sono immerse in una verità inafferrabile, che è relazione, e in essa conoscono, cioè ri-nascono.
NOTA A MARGINE sulla situazione italiana:  La cultura leaderistica sta progressivamente cancellando l’Italia – comunità, tradendone la storia. Il nostro Paese deve ri-tornare a maturare un senso progettuale della propria storia e a guardare alla storia del pianeta (e al suo ruolo in essa) in chiave globale e non più localistica, provinciale. Per uscire dalle nostre mediocrità dobbiamo ri-tornare a partecipare, verbo abusato ma oggi quanto mai necessario; infatti, viviamo la “delega” a qualcuno come se fosse un affidamento totale, come se votare coincidesse con la cessione dello spirito di politicità. Partecipare significa, nel rispetto delle mediazioni. recuperare quel senso politico, di comunità, che ci appartiene e che ci rende davvero persone e cittadini responsabili. Lavoriamo per un’Italia che partecipi al suo destino, superando la mediocrità dell’attesa per le parole del leader.
Lampedusa: Le parole vuote non esprimono più il senso di ciò che abbiamo visto ieri. Dobbiamo ri-pensare molte cose, a partire dal necessario ri-torno, nei nostri pensieri, al “mondo della vita”.
I seminari di Fondazione Link Campus University:
 
– 8 ottobre 2013 ore 16 (biblioteca di Link Campus University, via Nomentana 335-Roma), presentazione del libro di Sergio Zoppi, Una battaglia per la libertà. “Il Saggiatore” di Gherardo Marone (Napoli 1924-1925) – Rubbettino.
Introduce e modera: Stefano Folli
Intervengono: Vincenzo Scotti, Mario Pendinelli, Marco Emanuele
R.S.V.P.: Chiara Scotti, c.scotti@unilink.it, 06/40400200

Le attività di Link Campus University:

Induction Course sul tema “Vivere e studiare nel mondo di Internet” (aperto agli studenti di Link Campus University, a studenti di altre Università romane, a persone interessate). Il corso si terrà presso l’aula 1a e 1b di Link Campus University (via Nomentana 335, Roma) dal 7 al 15 ottobre dalle 10 alle 13. Per informazioni: http://www.unilink.it/calendario-induction-course-2013-2014/

– la Link Campus University, in collaborazione con il Centro Studi “Gino Germani”,  promuove un corso di alta formazione su “Analisi d’intelligence: metodologie e tecniche di analisi e previsione delle minacce“, con la partecipazione di autorevoli docenti  italiani e stranieri. Il corso si svolgerà presso la Link Campus University (Via Nomentana 335 – Roma)  il  18,19, 20 e 25 ottobre 2013.  Il  corso approfondirà i problemi e le  metodologie dell’analisi d’intelligence strategica, tattica e operativa, con particolare riferimento al monitoraggio, la previsione e l’early warning di minacce alla sicurezza. Per informazioni e richieste di partecipazione si prega di contattare master@unilink.it
Segui il nostro blog di riflessione sulla complessità, Complessi si nasce, http://complessi-si-nasce.webnode.it (aggiornamenti quotidiani nelle rubriche Fuori cronaca e Passaggi culturali)
 
Visita il nostro sito di informazione geopolitica, Linee strategiche, http://linee-strategiche.webnode.it

Segui le novità editoriali di Eurilink Edizioni, www.eurilink.it
 
In collaborazione con Università degli Studi Link Campus University, www.unilink.it