Linee strategiche – 09/10/2014

News:
 
– (Afghanistan) L’Afghanistan ha due alternative: lo State-building o il caos (Fabio Atzeni, Limes online), http://www.lineestrategiche.org/news/lafghanistan-ha-due-alternative-lo-state-building-o-il-caos-fabio-atzeni-limes-online-/
– (America Latina), Five Charts to Explain Latin America’s Macroeconomic Outlook (Ernesto Talvi, Julia Ruiz Pozuelo, Brookings), http://www.lineestrategiche.org/news/five-charts-to-explain-latin-americas-macroeconomic-outlook-ernesto-talvi-julia-ruiz-pozuelo-brookings-/
– (Canada – ISIS) Why is Canada joining the anti-ISIL coalition? (Sonia Verma, Al Jazeera), http://www.lineestrategiche.org/news/why-is-canada-joining-the-anti-isil-coalition-sonia-verma-al-jazeera-/
– (Cina) The battle of ideas on China’s peripheries (Richard Javad Heydarian, Al Jazeera), http://www.lineestrategiche.org/news/the-battle-of-ideas-on-chinas-peripheries-richard-javad-heydarian-al-jazeera-/
– (Cina) The Amazing (and Worrying) Achievements of China’s Mass Line Campaign (Shannon Tiezzzi, The Diplomat), http://www.lineestrategiche.org/news/the-amazing-and-worrying-achievements-of-chinas-mass-line-campaign-shannon-tiezzzi-the-diplomat-/
– (Corea del nord) North Korea Admits to Labor ‘Gulags’ (Clint Richards, The Diplomat), http://www.lineestrategiche.org/news/north-korea-admits-to-labor-gulags-clint-richards-the-diplomat-/
– (Hong Kong) Hong Kong’s Counter-Protesters (Brendan P. O’Reilly, The Diplomat), http://www.lineestrategiche.org/news/hong-kongs-counter-protesters-brendan-p-oreilly-the-diplomat-/

 
– (India) India’s Nuclear Energy Imperative (Neeta Lal, The Diplomat), http://www.lineestrategiche.org/news/indias-nuclear-energy-imperative-neeta-lal-the-diplomat-/
– (India) India’s Smart New Electorate (Abhirup Bhunia, The Diplomat), http://www.lineestrategiche.org/news/indias-smart-new-electorate-abhirup-bhunia-the-diplomat-/
– (Iran – Globale) In Iran Nuclear Talks, ‘No Deal’ Is Worse Than Status Quo (Jofi Joseph, The Diplomat), http://www.lineestrategiche.org/news/in-iran-nuclear-talks-no-deal-is-worse-than-status-quo-jofi-joseph-the-diplomat-/
– (Iran – Globale) Is the world still afraid of Iran? (Rachel Shabi, Al Jazeera), http://www.lineestrategiche.org/news/is-the-world-still-afraid-of-iran-rachel-shabi-al-jazeera-/
– (Medio Oriente) Le periferie della grande guerra contro il califfato (Ugo Tramballi, AffarInternazionali), http://www.lineestrategiche.org/news/le-periferie-della-grande-guerra-contro-il-califfato-ugo-tramballi-affarinternazionali-/
– (Medio Oriente) For Turkey, it’s all about regime change in Syria (Aaron Stein, Al Jazeera), http://www.lineestrategiche.org/news/for-turkey-its-all-about-regime-change-in-syria-aaron-stein-al-jazeera-/
– (Myanmar) Myanmar Government Releases 3,000 Prisoners (Ankit Panda, The Diplomat), http://www.lineestrategiche.org/news/myanmar-government-releases-3-000-prisoners-ankit-panda-the-diplomat-/
– (Silicon Valley) Make Your Own Silicon Valley (Ross Buchanan, Project-Syndicate), http://www.lineestrategiche.org/news/make-your-own-silicon-valley-ross-buchanan-project-syndicate-/
– (S.Sede – Iran) Vaticano e Iran uniti per proteggere i cristiani (Aldo Maria Valli, AffarInternazionali), http://www.lineestrategiche.org/news/vaticano-e-iran-uniti-per-proteggere-i-cristiani-aldo-maria-valli-affarinternazionali-/
– (Ucraina) Plight of Romanians and Hungarians in Ukraine (Vladislav Gulevich, Strategic Culture Foundation), http://www.lineestrategiche.org/news/plight-of-romanians-and-hungarians-in-ukraine-vladislav-gulevich-strategic-culture-foundation-/
– (USA) Why banning Arab authors from US is censorship (Marcia Lynx Qualey, Al Jazeera), http://www.lineestrategiche.org/news/why-banning-arab-authors-from-us-is-censorship-marcia-lynx-qualey-al-jazeera-/

 
 
Buona lettura, con cordiali saluti.
 
Marco Emanuele
 
 
twitter: @ComplexInWorld. I miei tweet:
 
3 ottobre 2014:
 
– Solo il dialogo delle conoscenze permette di conoscere la realtà
– La disabitudine al pensiero critico fa degenerare la condizione umana. Ci ritroviamo eterodiretti e non dialoganti. Sommatoria di precari
– La degenerazione più grande è nel mancato ripensamento del pensiero. Agiamo, precari, nella fragile certezza delle nostre certezze
– Un pensiero politico non problematizzato è solo tattica, dominio, guerra
– Il mondo esiste nel pieno di una politica imprigionata nella sua linearità. A quando il ritorno alla vita ?
– Si parla del distacco della politica dalla vita. Ma la politicità ci appartiene, è la nostra direzione naturale. Camminiamo senza un dove
– Il pensiero lineare deforma, il pensiero complesso forma alla globalità della vita
 
4 ottobre 2014
 
– Formare alla reintegrazione delle due culture è ricercare globalmente, cogliere, accogliere, comprendere, com-prendere la realtà
– Il vero cambiamento è rottura del luogo comune e ricostruzione del profondo legame progettuale della realtà. Chiede capacità, non slogan
– L’Università ha il dovere di formare all’incertezza, al dubbio, al dialogo, al pensiero critico, alla vita. Il resto è solo tattica per esistere
– Il risultato di una formazione lineare è di avere iper-specialisti non in grado di immaginare soluzioni complesse alle sfide della vita
– Una formazione complessa potrebbe consegnare alla storia persone in grado di governare il cambiamento, rigenerandolo
– Nel pensiero complesso la ricerca è riappropriazione delle interrelazioni presenti nella realtà, dialogo nella Conoscenza
– La nostra responsabilità di persone è di calarci fino in fondo nelle infinite pieghe della condizione umana. Zone d’ombra e zone di luce
 
5 ottobre 2014
 
– Urge elaborare i fondamenti di una filosofia del progetto umano. Dobbiamo riappropriarci della storia comune, ricercandone insieme la verità

6 ottobre 2014

– La politica lineare sta cominciando ad annoiare. E’ senza visione, non offre soluzioni e, anzi, è parte del problema

7 ottobre 2014
– Gli opinionisti sono coloro che ripropongono il pensato, gli intellettuali sono coloro che lo ripensano
– Gli analfabeti del terzo millennio sono coloro che non sanno apprendere, disapprendere, riapprendere
– Difendiamo l’Europa decadente, grande progetto affidato ai tecnocrati. Iper-specialisti senz’anima dovrebbero governare una visione complessa
 
8 ottobre 2014
 
– La sufficienza è la tattica miserabile di chi pensa che la propria ragione non debba contaminarsi per fecondarsi
 
 
 
blog di Marco Emanuele,  strategiecomplesse – ritorno alla complessità. Alcune riflessioni:
 
 
 
 

 
– Edith Stein, Una ricerca sullo Stato (Città Nuova):
– Dove funzioni e istituzioni pubbliche sono diventate preda di interessi privati, là sono recisi i legami vitali dello Stato, anche se, osservato dal di fuori, esso sembra esistere (eventualmente perché gli interessi privati coincidono fortuitamente con quelli degli individui che ne curano l’amministrazxione)
– Secondo l’idea elaborata dalla democrazia l’esistenza dello Stato è garantita nel modo più valido; ma le esigenze che essa pone alla comunità dei cittadini – commisurate alla qualità media degli individui – sono tanto grandi che la loro realizzazione risulta sempre molto improbabile e proprio in questa forma di organizzazione statale il pericolo di degenerazione è presente in massimo grado