Link Campus University ospita e sponsorizza l’International Open Data Day

Il 21 febbraio 2015, la terza edizione dell’International Open Data Day italiano (la quinta edizione  dell’International Open Data Day), è ospistata dal nostro Ateneo, che quest’anno è anche sponsor ufficiale del progetto.

Il successo riscosso nelle edizioni passate, hanno visto protagoniste le pubbliche amministrazioni locali, i piccoli imprenditori, le associazioni e le grandi imprese, dalle amministrazioni centrali alle aziende partecipate, dall’università ai centri di ricerca.

L’evento Hub, che si svolge presso la nostra sede, è stato pensato in maniera un po’ differente dalle scorse edizioni proprio per affrontare il tema OD in Italia, sfruttando al massimo l’occasione offerta da un incontro pensato per condividere, discutere, proporre, anche fuori da rigidi schermi.

Siamo, non solo a livello nazionale, in una fase diversa da quella che ha visto l’organizzazione delle prime edizioni. Se negli scorsi anni si trattava di lanciare un modo nuovo di intendere il rapporto tra informazione, digitale e diritti, oggi i dati aperti non sono più solo una buzz word: fanno parte del vocabolario comune, entrano nei testi dei bandi pubblici e nella mission delle imprese, danno qualità ai curriculum dei giovani. Contemporaneamente, come era lecito aspettarsi, cominciano ad emergere i primi problemi reali, le difficoltà legate all’adozione di standard unici, alla definizione di protocolli di qualità da rispettare; e insieme, si comincia a fare una valutazione concreta sui vantaggi reali – anche economici – che dai dati aperti sono venuti finora a cittadini, associazioni, imprese e amministrazioni. L’IODD 2015 può essere anche l’occasione per soffermarsi, in maniera rigorosa ma costruttiva, sulle problematiche concrete, sui domini specifici, sugli attori reali.

Per partecipare all’ODDIT vai sul sito http://opendataday.it/

 

Iscrizione all’evento Hub

La partecipazione all’evento è libera, ti preghiamo però di farci sapere se parteciperai all’evento romano compilando il form:

https://docs.google.com/forms/d/1PD0UXzpMlsDIp3KHlcAO4aJwcmG1y7H4MwJcpJuiD-U/viewform

 

Programma evento Hub

09:00 – Registrazione partecipanti

09:30 – Apertura

Saluti di Benvenuto, Direzione Link Campus University

Obiettivi della giornata, Nello Iacono, Presidente Istituto Italiano Open Data

09:45 – Lo stato dell’arte Moderatrice: Flavia Marzano, Stati Generali dell’Innovazione, Comitato Scientifico IIOD

Intervengono:

  • Marco Bani, Capo Segreteria Tecnica, Agenzia per l’Italia Digitale, Le Politiche Nazionali
  • Alessandra Donnini, Etcware, IIOD, Giovanni Biallo, OpenGeoData, IIOD, Lo stato dell’arte
  • Milly Tucci, Istituto Piepoli e IASSP, Presentazione indagine nazionale “Stato degli Opendata in Italia” (collegamento via skype)

10:30 – Sessione tematica – Confronto PA-associazioni-imprese su armonizzazione dati e in particolare geo-dati

Moderatori: Gabriele Ciasullo, AgID, Sergio Farruggia, IIOD

Introduzione: Gabriele Ciasullo

Interventi:

  • Perché vogliamo i dati: Progetto SmeSpire (Piergiorgio Cipriano, Sinergis)
  • Cosa c’è: Progetto pilota per lo sviluppo e l’utilizzo di metodologie per la produzione e pubblicazione di LOD in ISPRA (Paolo Marsili, ISPRA)
  • L’importanza dell’armonizzazione dei dati:
    • Esperienze di armonizzazione secondo INSPIRE maturate in ambito europeo (Giacomo Martirano, GISIG)
    • Dagli open geo data ai Linked Open geo data: armonizzazione e ontologie condivise (Mauro Casaburi, Planetek)
    • Valore business dei dati (geo) aperti (Spazio Dati)
    • Oltre INSPIRE: verso un’ontologia integrata della PA (Nicola Guarino, ISTC/CNR)

11:45 – Sessione tematica – Aprire i dati di Bilancio delle amministrazioni

  • Perché vogliamo i dati
  • Le esperienze di dati resi disponibili e quali potrebbero esserlo
  • Opportunità e possibilità di riuso

Moderatore: Nello Iacono, IIOD

Intervengono

  • Marco Bani, Agenzia per l’Italia Digitale, L’esperienza di soldipubblici.gov.it
  • Vittorio Alvino, OpenPolis, L’esperienza di OpenBilancio
  • Silvia Scozzese, Assessore al Bilancio, Comune di Roma, Il punto di vista della PA locale
  • Elio Rosati, Cittadinanzattiva, Il punto di vista dei cittadini
  • Rossana Scaricabarozzi, ActionAid, Il progetto Donnechecontano

12:45 – Sessione tematica – Beni culturali

  • Chi: quali soggetti (pubblici e privati) detengono dati potenzialmente apribili in formato aperto
  • Cosa: quali tipologie di dati sono stati resi disponibili e quali potrebbero esserlo
  • Come: quali sono gli strumenti e i formati utilizzati e quali le possibilità di riuso

Moderatore: Giovanni Bruno, Regesta.exe, IIOD

Intervengono

  • Anna Maria Orsini, Mibact
  • Sara Di Giorgio, ICCU-Cultuitalia
  • Giorgia Lodi, ISTC-CNR
  • Laura Brazzo, Fondazione CDEC Milano
  • Vincenza Ferrara, Digilab-Uniroma1

13:45 – Pausa Pranzo

15:00 – Notizie dagli ODD italiani

15:30 – Sessione tematica – Lavoro

  • Perché vogliamo i dati?
  • La situazione attuale
  • Il flusso dei dati delle amministrazioni
  • Privacy e riuso

Moderatore: Stefano Penge, Lynx, IIOD

Intervengono

  • Simone Ursini, LAit
  • ISML
  • Giovanni Calcerano, Città Metropolitana di Roma Capitale

16:30 – Open bar – networking PA /imprese / associazioni

17:30 – Conclusioni e saluti

L’edizione del 2014:

  • 21 eventi su 17 città
  • 15 eventi il 22 febbraio
  • oltre 200 partecipanti all’evento Hub di Roma (Archivio Centrale dello Stato)