Maturità 2014: dalla Link Campus University consigli per l’esame orale

Gli esami di maturità 2014 si avviano alla conclusione. Superate le prime tre prove scritte, ai maturandi resta l’ultimo scoglio: l’esame orale. Per l’occasione, noi di Link Campus University abbiamo chiesto ai nostri docenti come affrontare al meglio l’interrogazione orale. Un vademecum utile per quelli che saranno gli studenti universitari di domani, ma anche per chi già è alle prese con una università come la nostra.

  1. Arrivate all’esame orale lucidi e riposati. Non farsi togliere il sonno da domande inutili sulla commissione che generano solo stress, piuttosto meglio pensare ai programmi post esame come una vacanza con gli amici o a quale università iscriversi.
  2. Curate il vostro aspetto e presentatevi subito padroni della materia. La prima cosa da fare, una volta seduti davanti alla commissione, è distribuire a ogni commissario una mappa concettuale della vostra tesina. Darete subito l’idea di non improvvisare e di esservi preparati.
  3. Usate un tono di voce basso, fermo, senza riempitivi del tipo “ehm, mmm, cioè”. Ricordate, infatti, che il 38% del messaggio passa attraverso il linguaggio “paraverbale” che comprende l’uso della voce, il volume, il tono e il ritmo del discorso. Sedete protesi leggermente in avanti e utilizzate bene lo sguardo: guardate negli occhi il professore che ha fatto la domanda, ma date anche importanza al resto della commissione, per far sentire tutti partecipi del discorso.
  4. Studiate cosa dire, ma anche come dirlo. Fate una premessa generale al vostro discorso per poi entrare nel dettaglio. Però, attenzione, se la commissione vi rivolge una domanda andate subito al centro della questione, evitando giri di parole che possano dare l’idea che stiate sviando la domanda.
  5. Prendete visione delle vostre prove scritte. Nell’ultima fase dell’esame orale, la commissione vi rivolgerà delle domande sulle prove svolte nei giorni precedenti. Ripassate gli argomenti già trattati, individuate gli errori e date prova di averli compresi e di saperli correggere.

Certo, nessun esame di maturità è semplice. E non è sufficiente una guida pratica per superarlo ad occhi chiusi. Ogni esame ha più di una difficoltà da superare, ma l’agitazione non deve prendere il sopravvento. Questo vale per la maturità e vale ancora di più per gli esami universitari. La soluzione è prepararsi al meglio, come accade alla Link Campus University. Il segreto? Un corpo docenti in grado di mettersi dalla parte degli studenti.