MBA – Diritto e Management dello sport. Al Coni Lectio Magistralis del Presidente Malagò

Il Presidente del Coni Giovanni Malagò inaugura il terzo MBA in Diritto e Management dello Sport di Link Campus University e propone Roma quale città candidata per le Olimpiadi del 2024.

Dopo il saluto del presidente di Link Campus University, Vincenzo Scotti, presso il Salone d’Onore del Coni, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, con una Lectio magistralis ha inaugurato il terzo MBA in Diritto e Management dello sport e ha proposto la candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024. “Oggettivamente, la candidatura di Roma appare la più forte. Se vi fossero state chance per la candidatura di una città italiana diversa da Roma, avrei fatto di tutto. Ma il rischio sarebbe stato quello di esporre l’intero sport nazionale e l’intero Paese a una brutta figura”. Il presidente del Coni ha aggiunto che con l’attuale sindaco Ignazio Marino c’è piena condivisione e sintonia a proposito della candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024, nonostante i notevoli problemi di bilancio della capitale, che comunque andranno risolti. “Una buona notizia è giunta ieri sera”, ha aggiunto Giovanni Malagò, “con la delega allo sport al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio, con il quale ho un ottimo rapporto, come ottimo è il rapporto col premier Renzi. In realtà, il Coni è un mostro giuridico, perché è un soggetto pubblico che si comporta come una società privata. Deve fare profitti. Per questo, il rapporto col governo è fondamentale, e non solo per il reperimento delle risorse”.

Malagò ha aggiunto che il termine per la presentazione formale della candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024 scade tra il luglio e il settembre del 2015. “E nessuno sa quale sarà il governo in carica in quel momento. Tuttavia, si presume che per il lancio della candidatura siano necessari tra i 40 e i 60 milioni di euro. Noi”, ha detto Malagò, “potremmo farcela con la metà”. Perciò, “si può fare”, ha concluso il presidente del Coni. Per arrivare a quel traguardo, “alla realizzazione di quel sogno”, Malagò ha sostenuto che sarà realizzato un nuovo marchio del Coni, e sarà presentato il prossimo 9 giugno in occasione delle celebrazioni per il centenario del Coni. Il nuovo marchio del Coni ha lo scopo di lanciare il nostro Comitato Olimpico sul mercato, con l’apertura di negozi e per attrarre finanziamenti privati.

I passi ulteriori saranno: la costituzione di un Comitato per la candidatura, che non avrà al suo interno personalità del mondo politico, ma “le facce pulite e conosciute dello sport nazionale”; un’attività di lobbying per costituire le necessarie alleanze all’interno del Comitato Olimpico Internazionale; la ricerca di risorse finanziarie private. Ci sarà da contrastare la concorrenza temibile da parte di altre città. “San Francisco si è mostrata molto attiva, come Berlino e Parigi, che vorrebbe celebrare così il centenario delle Olimpiadi del 1924”. E infine, ha concluso Malagò, “occorrerà imprimere una novità nel carattere della candidatura di Roma: non più gigantismo, ma attenta divisione dei finanziamenti, tra investimenti per impianti sportivi relativi alle Olimpiadi e investimenti infrastrutturali, che restano alla città per decenni”

 

Le foto dell’evento

IMG_0926 IMG_0928 IMG_0932 IMG_0933