In arrivo un nuovo workshop Arduino alla Link Campus University

Dopo il grande successo del workshop “Arduino e Internet of Things”, sta per arrivare sempre alla Link Campus University un nuovo appuntamento sull’invenzione di Massimo Banzi.

Arduino è una scheda elettronica con un microcontrollore, chiamata così in omaggio al pub della città che nel 2005 ospitava spesso Massimo Banzi, che all’epoca lavorava all’Interaction Design Institute di Ivrea. Pensò a questo piccolo computer autocostruito per rispondere alle esigenze dei suoi studenti, che non riuscivano a reperire sul mercato microcontroller potenti ed economici adatti ai propri progetti creativi. Ecco, allora, che insieme all’ingegnere spagnolo David Cuartielles, a David Mellis, Tom Igoe e Gianluca Martino, Banzi crea qualcosa che nel giro di pochi anni prima conquista i makers, i geek e gli smanettoni, poi rompe i confini dell’universo degli appassionati, vendendo milioni di pezzi.

Il workshop che si terrà il 13 e il 14 dicembre non è il primo e non sarà l’ultimo organizzato da Link Campus University su questi temi. Nei mesi scorsi uguale successo hanno avuto il Workshop in “Physical Computing e Arduino” e il Workshop in “Modellazione e Stampa 3D”. Senza dimenticare la significativa partecipazione alla Maker Faire Rome del DASIC, il centro di ricerca Link Campus University che si occupa di applicare le nuove tecnologie ai processi di produzione, amministrazione e consumo. Una partecipazione premiata da Intel, che ha scelto uno dei progetti firmati DASIC, “Physical Game”, per ospitarlo nel proprio stand. 

Tutto ciò prova la grande attenzione di Link Campus University all’innovazione. Un tema che guida l’Università anche nella creazione dei propri corsi di laurea, aperti a un mondo che cambia per offrire ai propri studenti maggiori opportunità di inserirsi nel mondo del lavoro.