Comuni, social network e Open Data: qual è la situazione in Italia

Qual è il rapporto tra Comuni e social network in Italia? Ancora lontano dagli standard dell’Open Government promosso dall’Unione Europea. Il 64% dei Comuni non usa né Facebook né Twitter per comunicare con i propri cittadini (Fonte Ansa). Anche se la situazione è un po’ meno drammatica se si considerano i Comuni capoluogo. Rispetto al 2013, nel 2014 c’è stato un aumento del 28% dei Comuni capoluogo con un profilo ufficiale Facebook e un incremento addirittura del 74% per quanto riguarda Twitter, con il 63% dei Comuni capoluogo che oggi ha un account ufficiale. 

Ma questi dati da soli sono sufficienti per parlare di un’amministrazione pubblica trasparente, che si muove secondo i principi di collaborazione e partecipazione? No, se non vengono affiancati da un adeguato percorso di aggiornamento professionale come quello che mette a disposizione l’Università degli Studi Link Campus University di Roma per i dipendenti della Pubblica amministrazione.

I Corsi Universitari di Aggiornamento Professionale (CAP) della Link Campus, finanziati da INPS ex Gestione INPDAP, sono completamente gratuiti e permettono ai dipendenti pubblici di acquisire 12 crediti formativi. Dalla previdenza all’Open government, dal Bilancio Sociale all’integrazione interculturale e sociale fino alla gestione dei collaudi, sono diversi i corsi messi a disposizione. La scadenza per presentare la domanda di partecipazione è fissata per il 10 luglio prossimo.

Un’ampia offerta per consentire ai dipendenti di crescere a livello professionale e contribuire maggiormente a migliorare con il proprio lavoro i servizi offerti ai cittadini del territorio. A cominciare dalla trasparenza nelle comunicazioni, perché Facebook e Twitter non sono un’esclusiva delle persone o delle aziende private, ma possono essere uno strumento dalle grandi potenzialità per stabilire un rapporto diretto con i cittadini, per informarli e, soprattutto, per ricevere segnalazioni.