Riformare la pubblica amministrazione italiana per innovare l’organizzazione del lavoro

Tipologia: Corso di Aggiornamento Professionale (CAP)

Partenariato: Il corso è erogato in collaborazione con l’Associazione per la  Cooperazione e lo Sviluppo degli enti locali – ACSEL

Destinatari: Dipendenti della Pubblica Amministrazione

Durata: 60 ore

Titolo richiesto: Diploma

Sede:  Via A. Manzoni n. 10. – 02100 – Rieti

Calendario: 12 giornate da martedì   10/01/2017 a 28/03/2017

 

E’ previsto il rilascio di 6 CFU (Crediti Formativi Universitari)

 

Obiettivi

Il sistema delle amministrazioni pubbliche italiane ha vissuto un profondo e vasto processo di trasformazione ed innovazione negli anni Novanta del XX Secolo, sia a livello normativo che operativo. Si è partiti dall’obiettivo di avere una P.A. competente e competitiva, con la spiccata capacità di offrire i migliori servizi possibili all’utente e nel contempo di farne il volano per lo sviluppo del sistema-Paese, ad una PA più leggera e semplice ma, al contempo, autonoma dal punto di vista gestionale e operativo locale. Per fare un esempio in Italia i Comuni stanno sperimentando nuove prospettive di gestione di servizi pubblici, in linea con il decentramento di attività sia a organizzazione pubbliche che al settore privato no profit. Lo sviluppo locale si delinea così come un sistema a rete con la partecipazione di imprese e organizzazioni pubbliche e no profit, di tal che il risultato finale diventa quello di una strategia complessa di offerta di servizi sempre più decentrata e in linea con le esigenze dell’utenza.

Il Corso si pone l’obiettivo di ripercorrere tutte le tappe del processo di innovazione organizzativa della Pubblica Amministrazione italiana, partendo dall’analisi delle criticità del sistema amministrativo del Paese e della struttura organizzativa e dei modelli organizzativi adottati nelle Aziende Pubbliche (in particolare negli Enti Locali), per passare all’esame del processo di innovazione organizzativo che ha investito gli Enti Locali.

 

Programma

1° modulo: Metodologie e strumenti per una gestione e organizzazione del personale negli enti locali

  • Piano strategico come modello di governance territoriale
  • Il Peg quale strumento di sviluppo organizzativo e controllo
  • I controlli quale supporto alla gestione degli enti locali e quale contributo all’affermarsi di un nuovo modello di organizzazione del lavoro
  • Il sistema di valutazione della dirigenza
  • Il sistema integrato di valutazione del personale

 

2° modulo: L’organizzazione pubblica  e la gestione della dotazione organica

  • Il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi
  • L’attività di organizzazione e gestione delle risorse umane
  • Il piano triennale dei fabbisogni di organico e dotazione organica
  • I limiti attuali del sistema rotazionale

 

3° modulo: La formazione della risorsa umana

  • La formazione come strategia per lo sviluppo delle risorse umane
  • La rilevazione dei fabbisogni formativi
  • I modelli, la metodologia e gli strumenti della ricerca applicata e l’analisi dei fabbisogni di formazione
  • La redazione del Piano Formativo
  • L’attuazione del progetto formativo e la valutazione dei risultati

 

4° modulo: Tecniche per la gestione efficiente dell’organizzazione: aumentare la produttività e la competitività ottimizzando la struttura dell’ente

  • Analisi e progettazione organizzativa
  • Ambiti di intervento della progettazione organizzativa: area, livelli e obiettivi
  • Analizzare le attività e i processi
  • Gli strumenti di analisi delle organizzazioni
  • Principi e tecniche per il miglioramento della produttività
  • Le tecniche Active-based costing per misurare l’efficienza.

 

5° modulo: I sistemi di gestione delle risorse umane basati sulle competenze

  • Analisi e progettazione dei modelli di competenze
  • Tecniche di mappatura delle competenze
  • La valorizzazione del ruolo del lavoratore nel sistema per competenze

 

6° e 7° modulo: La valutazione delle posizioni: criteri, procedure e metodologie

  • Il sistema di gestione delle posizioni: macro e micro struttura organizzativa
  • L’analisi e la descrizione delle posizioni: i metodi ed il processo
  • La valutazione e la graduazione delle posizioni: i diversi metodi
  • Le posizioni direzionali ed il collegamento con il sistema retributivo
  • La definizione della politica retributiva

 

8° modulo: La valutazione delle prestazioni e del personale

  • La valutazione delle prestazioni dirigenziali e degli incaricati di posizione organizzativa . Casi pratici
  • La valutazione del personale non dirigente. Casi pratici

 

9° e 10° modulo: Gli strumenti di gestione e sviluppo delle risorse umane

  • La dotazione organica e lo sviluppo delle carriere negli enti locali
  • La gestione dei principali istituti del salario accessorio
  • Il sistema informativo integrato del personale e dell’assetto organizzativo dell’ente

 

11° e 12° modulo: L’organizzazione amministrativa e del personale nel processo di riforma della P.A. 2001-2016

  • Dalla riforma del Titolo V alla legge 56 del 2014 e al nuovo disegno di revisione costituzionale
  • Il personale e l’ordinamento del lavoro dopo il decreto 150 del 2009 e la riforma Madia del 2016
  • Un nuovo regime della Dirigenza. Nuove modalità di conferimento e revoca degli incarichi e profili di responsabilità amministrativa e contabile.
  • Ridefinizione delle regole per l’accesso al ruolo, la revisione delle responsabilità dei dipendenti. Un nuovo focus sulla valutazione della performance e l’introduzione di nuove forme di flessibilità.

 

Metodologia didattica

Il corso prevede la trattazione di temi e argomenti sia sotto il profilo teorico sia dal punto di vista pratico- applicativo.

L’obiettivo del corso è infatti consentire l’acquisizione di una conoscenza operativa dei temi trattati in aula.

E’ previsto l’utilizzo di metodologie didattiche di tipo attivo, basate su interazione, con particolare attenzione al coinvolgimento dei partecipanti e all’interazione con i docenti.

La trattazione dei casi reali avverrà anche in presenza di testimonial aziendali e potrà riguardare quesiti/problemi suggeriti dai partecipanti – prima dell’avvio del corso – inquadrati nel loro campo di attività professionale, al fine di verificare l’applicazione degli strumenti e dei comportamenti proposti in aula attraverso prove pratiche .

I docenti assicureranno consulenza ai partecipanti durante il corso e per i tre mesi successivi alla conclusione.

Durante tutta la durata del corso sarà fornito materiale didattico di vario genere: presentazioni Power point e copie di casi di studio. Il materiale didattico del corso sarà inviato in formato elettronico alla  Direzione Centrale Credito e Welfare per le proprie finalità formative.

 

Contatti

Per informazione e assistenza:

Link Campus University

Ufficio Corsi P.A.

Tel.: 06 94802290

Cell.:3938256642

E-mailcorsipa@unilink.it

Numero verde INPS 803164