Skills

Durante i periodi di lezione vengono offerti agli studenti alcuni corsi trasversali extra-curriculari che forniscono abilità utili sia nel corso della vita studentesca che per il futuro inserimento nel mondo del  lavoro. Questi corsi vengono chiamati Skills e sono:


Sociologia delle emozioni

Profilo e Obiettivi

Il Corso si propone di stabilire un modello di apprendimento, volto al potenziamento e allo sviluppo delle capacità per eccellere.

Attraverso una conoscenza delle potenzialità di ciascun individuo, si può coltivare il Talento, espressione prima del concetto di Intelligenza Emotiva.

Per saper gestire le proprie emozioni si parte dal riconoscimento delle stesse, e la valutazione emozionale dell’apprendimento svolge un ruolo fondamentale nel processo creativo, alla base di qualunque percorso professionale e personale.

1° anno

•  L’intelligenza Emotiva e l’approccio delle scienze neorali

•  Apprendimento e Sviluppo di tecniche di Comunicazione Empatica e Relazionale.

•  Osservazione e criticità dell’autoapprendimento

•  Dinamiche interattive di sviluppo di gruppi di lavori

•  Metodologie esplicative dell’apprendimento

•  La Relazione e la Visualizzazione del Se

•  Teoria e Tecnica dell’Intelligenza Emotiva

•  Sistemi Comportamentali e Relazioni rivisitati in chiave dell’I.E.

•  Intelligenza Valutativa : I risultati delle neuroscienze, attraverso studi di Psicologia Cognitiva

•  Verifica ed esame finale: orale

2° anno

•  Il nuovo Criterio Relazionale

•  Le Competenze per Eccellere

•  La Valutazione delle Competenze Trasversali

•  La Gestione del Talento Emotivo e la Valutazione delle Competenze

•  Le Competenze Personali

•  Le Competenze Sociali

•  Work Shop su Consapevolezza del Sé, La Padronanza del Sé,  La Motivazione

•  Work Shop su Empatia, Abilità Sociali

•  Intelligenza Valutativa Parte Seconda: Il giusto senso del successo Personale e Professionale

•  Verifica ed esame finale, scritto ed orale.

Nel corso di ciascun Anno Accademico Seminari a tema per tutti gli studenti, propedeutici allo sviluppo delle Competenze Trasver­sali/Skills tenuti da Figure Professionali del Mondo Accademico ed Imprenditoriale.

Dopo aver esaminato il livello di apprendimento dell’aula si stabilirà la necessità di una valutazione scritta che, eventualmente, sarà tenuta in considerazione in termini di punteggio acquisito in sede di esame.

Testi obbligatori:

  • L’intelligenza Emotiva, di Daniel Goleman Rizzoli Editore Milano
  • G. Stein, Autostima, Rizzoli Milano
  • E. Tiberi, Primato delle Emozioni, Giuffrè Milano
  • G. Ballanti, Modelli di Apprendimento e Schemi di Insegnamento, Sperling & Kupfer Milano

Lettura Consigliata:

  • Se mi ami parlami, di Maria Cristina Zenobi, Albatros Editore

Valutazione:

  • Prova orale

Torna su

Come comunicare in modo efficace con i media: l’ufficio stampa e il linguaggio radiotelevisivo nell’era cross mediale

Obiettivi

•  Valorizzare la comunicazione scritta, orale e visiva come fattore strategico

•  Acquisire il linguaggio della carta stampata, radiotelevisivo e la conoscenza dei nuovi media

•  Acquisire gli strumenti di comunicazione specifici dell’ufficio stampa (come si scrive un comunicato, come si prepara la cartella e la conferenza stampa)

•  Approfondire il sistema dei media e i loro processi operativi

•  Comprendere la comunicazione d’impresa e le differenze tra il linguaggio pubblicitario e quello giornalistico

•  Acquisire le tecniche di comunicazione per l’organizzazione di eventi: presentazione di case history di eventi e di inviti

•  Acquisire le modalità per affinare le tecniche del metalinguaggio e per gestire in modo vincente un intervento pubblico, in radio e in televisione

•  Acquisire o approfondire le tecniche per conquistare l’attenzione dei media e per rilasciare un’intervista in radio e in tv

Destinatari

Il corso, con taglio operativo e innovativo, si rivolge a studenti interessati ad approfondire le tecniche dell’ufficio stampa, dell’organizzazione di eventi, del public speaking, delle interviste radio-televisive e della dizione.

Metodologia didattica

Il programma sarà svolto attraverso lezioni frontali. Costituiranno argomenti le differenze tra il linguaggio giornalistico e quello pubblicitario, la struttura dei media e i suoi processi operativi, i new media, le strategie di comunicazione dell’ufficio stampa, il rapporto con i giornalisti. Il corso sarà coadiuvato da workshop tematici. Sono previste esercitazioni individuali e collettive sulla stesura di comunicati stampa, sull’ideazione di cartelle stampa innovative, sulle tecniche e il linguaggio radiotelevisivo, l’uso corretto della voce, le tecniche di public speaking e di comportamento davanti a un microfono e a una telecamera per rilasciare un’intervista efficace, le tecniche per ridurre i costi di comunicazione e per aumentare l’efficacia del messaggio,  il valore aggiunto degli elementi persuasivi: timbro, tono e presenza. Costituiranno parte integrante del corso le prove pratiche per la gestione del metalinguaggio e della voce durante le presentazioni pubbliche. L’analisi degli errori da non fare nei diversi ambiti fornirà le conoscenze principali per operare in modo efficace.

Programma

•  La comunicazione

•  Conoscere il mondo dei media

•  Il giornalismo come analisi della realtà

•  Il linguaggio e lo stile

•  Ufficio stampa: scrivere per i principali media

•  La comunicazione scritta efficace

•  L’Ufficio stampa in situazioni di crisi

•  Il linguaggio radiotelevisivo

•  Radio/tv: l’infotainment (informazione e intrattenimento)

•  Come gestire un’intervista

•  L’esposizione orale per conquistare il pubblico

•  Organizzare un evento tra creatività e informazione

•  Media e linguaggio pubblicitario

•  Laboratori tematici

•  Testimonianze

Torna su


Scrittura per la comunicazione

Obiettivi

Il corso si prefigge di trasmettere le conoscenze inerenti la gestione, l’elaborazione e la progettazione scritta di testi. Avere buone idee non basta: bisogna saperle comunicare. Bisogna avere gli strumenti concettuali giusti per scrivere un progetto accattivante e convincente. In poche parole, bisogna saper scrivere in modo efficace, agevole, all’altezza degli obiettivi strategici di comunicazione che l’autore si pone. Sia che si debba discutere una Tesi di Laurea sia che si presenti il proprio progetto ad un consiglio di amministrazione sia, ancora, che lo si porga ai propri clienti, lo strumento antico e modernissimo di cui ci serviamo è la scrittura. Scrivere in modo professionale significa conoscere i registri della lingua e le sue funzioni, le tecniche e retoriche che permettono di enfatizzare alcuni concetti strategici; conoscere, in breve, le regole del processo comunicativo per cui si scrive rivolgendosi ad un destinatario ideale.

Programma

Il corso vuole essere uno strumento di supporto alla stesura di documenti utili allo studente sia nel corso del suo percorso di studi (tesi di laurea, C.V., lettera di candidatura, etc.) sia nelle prime esperienze lavorative. Grande rilevanza sarà data all’acquisizione da parte dello studente di un linguaggio scientifico-accademico appropriato e di un registro lessicale e linguistico professionale in merito al suo specifico campo di studio.

Durante il corso studente acquisirà le conoscenze necessarie a rendere efficace la comunicazione – in forma scritta – di ricerche e studi, oltre che la scrittura appropriata di progetti ed idee di lavoro.

In un mondo in cui il tempo per leggere i testi è una risorsa sempre più scarsa, bisogna imparare a catturare l’attenzione dei propri potenziali lettori.

Dopo aver ragionato sulla scrittura, le sue caratteristiche linguistiche e semantiche, il corso passerà in rassegna diversi generi e registri di scrittura analizzandone le strategie comunicative e fornendo indicazioni utili alla stesura del testo scritto. Verranno analizzati documenti originali con obiettivi comunicativi differenti: dall’ articolo giornalistico al blog di informazione, dalla sceneggiatura cinematografica al format televisivo, dal racconto al blog narrativo. Il percorso formativo parte dalla fase di pre-scrittura, in cui si insegna il modo con cui si ci orienta al testo, si pensa e si progetta la stesura, si fa ricerca delle fonti e delle informazioni. Ampio spazio sarà dato al modo in cui si elaborano le strategie discorsive, si inseriscono le note ad un testo, si preparano dei grafici e delle tabelle, si fanno delle citazioni, ed infine si redige una bibliografia.

Testo suggerito:

  •  Manuale di scrittura per la comunicazione, Michele Infante, Eurilink, 2012.

Torna su