Smart Cities & Communities

Il gruppo di ricerca si occupa di studiare, progettare e prototipare contenuti, servizi e piattaforme per città intelligenti nonché di analizzare le modalità con cui le nuove tecnologie modificano il rapporto tra la città ed i city user e tra questi e l’amministrazione.

Le Smart City, infatti, rappresentano, in ambito europeo e nazionale, il nuovo paradigma di sviluppo economico, tecnologico e sociale poiché la città viene considerata l’unità funzionale di base su cui testare modelli tecnologici e di governance, come pure innovative modalità di interazione tra la community e chi si occupa della gestione della cosa pubblica.

 

Progetti in corso

LoGon

Il progetto Logon si occupa di creare una piattaforma innovativa per la gestione mista, tra PA e soggetti privati, di servizi pubblici locali per la logistica in aree metropolitane.
Link Campus University si occupa di stilare uno stato stato dell’arte dei sistemi ITS per la distribuzione urbana ed inoltre si occuperà di effettuare interviste, indagini qualitative e focus su operatori e negozianti per conoscere le loro aspettative e necessità. 

MySmartBuy

Il progetto prevede la realizzazione di una piattaforma di e-commerce fruibile attraverso Smart TV che unisca le proprietà di visualizzazione tipiche della televisione (attraente vetrina di prodotti fisici e digitali) alle possibilità offerte da Internet (acquisto online di prodotti e/o servizi). Il progetto, oltre a sviluppare uno strumento specificamente dedicato alla gestione degli acquisti e dei pagamenti attraverso le SmartTV, permette di studiare le modalità di interazione di diversi mezzi di comunicazione (pc/tablet e apparecchi televisivi), al fine di individuare i principali requisiti delle interfacce utente in termini di usabili ed user esperience. Il settore di entrata nel mercato della piattaforma è quello del food&beverage e del “luxury food”. I ricercatori del DASIC nell’ambito di questo progetto si occupano dello studio delle diverse modalità di interazione Human-Machine e dell’analisi di usabilità dell’applicazione di e-commerce su Smart TV.  

SPAC3

Il progetto intende sviluppare una piattaforma per l’accesso e la fornitura di servizi della Pubblica Amministrazione ai cittadini in vari ambiti: scuola-educazione, sport-tempo libero e welfare-inclusione.
La piattaforma permetterà di semplificare l’accesso ai servizi grazie allo sviluppo di innovative interfacce multimodali tramite le quali i cittadini potranno inoltrare le richieste, un innovativo motore semantico in grado di interpretare le richieste e di indirizzarne la soddisfazione e un servizio di “Agenda cloud” per gestire le richieste non soddisfabili in tempo reale. I ricercatori del DASIC nell’ambito di questo progetto si occupano di alcune attività di profilazione degli utenti della piattaforma, della valutazione dei requisiti utente e dell’organizzazione di alcune attività di dissemination del progetto.

Smart Tunnel

Il progetto Smart Tunnel riguarda lo sviluppo di tecnologie per il controllo e la razionalizzazione del traffico delle navi mercantili e dei passeggeri in area portuale, la movimentazione e la gestione dei container e degli automezzi. Il tema della logistica nelle aree portuali italiane è una questione centrale per lo sviluppo sostenibile delle aree urbane costiere. Link Campus University, all’interno del progetto, si occupa di condurre uno studio sulle tecniche e sulle piattaforme di visualizzazione di Big Data generati da porti ed interporti e di sviluppare un tool di Data Visualization che sia disponibile indifferentemente per le Istituzioni portuali, per gli operatori e per i cittadini.  

 

Progetti conclusi

Bandiera Blu

Il progetto ha previsto la realizzazione di una piattaforma web di raccolta dati, in formato open, destinata ai comuni di riviera italiani già in possesso della certificazione Bandiera Blu o che desiderano candidarsi per ottenerla.

La piattaforma si pone come strumento di controllo su tutti gli aspetti territoriali coinvolti nella gestione del titolo riconosciuto, Bandiera Blu.

Permette la partecipazione di tutte le categorie di utenza interessate: cittadini, turisti, enti di controllo, associazioni ambientaliste e altre PPAA. Tali utenti, tramite la piattaforma, hanno accesso ai dati e possono utilizzare le informazioni utili relative al programma Bandiera Blu (dati ambientali, impatto delle politiche pubbliche, informazioni sui servizi ricettivi presenti, etc.).

Nell’ambito del progetto il centro di ricerca DASIC ha svolto lo studio di fattibilità e l’analisi della tematica.

Siti Dismessi

Il progetto consiste nello sviluppo di una piattaforma di raccolta dati, in formato open, relativa alle aree dismesse del territorio italiano. L’obiettivo è quello di incentivare lo sviluppo locale attraverso la riqualificazione dei siti presenti sulla piattaforma, coerentemente con l’attuale orientamento delle PA locali, tendente alla nuova valorizzazione e all’individuazione di nuove funzioni produttive di tali aree.

La piattaforma è costituita da una parte pubblica, nella quale vengono resi disponibili gratuitamente tutti i dati relativi ai siti dismessi (superficie, destinazione funzionale, anno di dismissione, eventuale utilizzo dopo la dismissione, grado di conservazione degli immobili), e da una parte privata nella quale le PA gestiscono il caricamento dei dati e le relative operazioni.

Per questo progetto i ricercatori del DASIC hanno effettuato lo studio di fattibilità e l’analisi della tematica.