Tesi di Laurea – Come realizzarla

Linee guida per la realizzazione della Tesi di Laurea – Università degli Studi Link Campus University

La Tesi di Laurea è una parte obbligatoria del percorso di studio triennale e magistrale. Obiettivo della Tesi di Laurea è quello di evidenziare il livello di padronanza da parte del laureando delle tematiche nel percorso di studio.

  1. Prima di scrivere
  2. Linee guida per l’elaborato della Tesi di Laurea
  3. Indicazioni per l’impostazione grafica della Tesi di Laurea
  4. Indicazioni formali generali

 

1. Prima di scrivere

Fasi preliminari

  • Svolgere una prima ricerca bibliografica attraverso cataloghi, banche dati, riviste specializzate, archivi;
  • Pianificare l’organizzazione e lo sviluppo della tesi di laurea attraverso la stesura di un indice provvisorio che, corredato da brevi indicazioni per ogni capitolo, permetterà di chiarire il piano di lavoro sia al relatore che al candidato stesso.
  • Concordato l’argomento della tesi di laurea e stabilite le fasi per la redazione con il relatore, è opportuno che il candidato segua alcune fasi preliminari alla stesura dell’elaborato:

Obiettivi

Obiettivi di un elaborato come la tesi di laurea sono la:

  • Chiarezza: è indispensabile che le argomentazioni del candidato siano espresse con frasi di struttura lineare, senza ridondanze, e articolate in periodi possibilmente brevi;
  • Completezza: è necessario che tutte le informazioni utili alla comprensione del pensiero del candidato siano presentate con accuratezza.

 

2. Linee guida per l’elaborato della Tesi di Laurea

Di seguito viene indicato il percorso che lo studente deve seguire per adempiere a questo atto conclusivo della sua carriera.

  • Il laureando deve proporre un relatore (ed un eventuale correlatore) che lo seguirà durante l’elaborazione della Tesi di Laurea, il cui contenuto viene concordato tra studente e Il relatore sottoscrive il modulo di accettazione (Proposal) che viene consegnato all’Ufficio Accademico, firmato anche dallo studente. Il relatore è normalmente un docente di Link Campus University.
  • Nel Proposal devono essere contenute le seguenti informazioni:
    • Titolo provvisorio della Tesi di Laurea;
    • Breve descrizione della Tesi di Laurea;
    • Alcuni  titoli   di   testi   e   riferimenti   bibliografici   che   verranno utilizzati;
    • Nome dello studente;
    • Indicazione, con la firma d’approvazione, del relatore.

Il Proposal della Tesi di Laurea deve essere consegnato a mano all’Ufficio Accademico.

  • L’Ufficio Accademico informa del Proposal il Programme Leader del Corso di Laurea e si riserva di contattare lo studente per eventuali criticità;
  • Il relatore fornisce un giudizio del lavoro svolto dal laureando;
  • Il laureando deve consegnare, presso l’Ufficio Accademico, 3 copie rilegate della Tesi di Laurea, per consentire l’apposizione del timbro, di cui due verranno trattenute dall’Ufficio, una copia per l’archivio e l’altra per la Commissione che verrà poi restituita al candidato al termine della discussione,  e una copia elettronica su CD.

Il mancato rispetto della scadenza comporta l’esclusione dalla discussione della Tesi di Laurea e il rinvio alla seduta successiva.

  • La Tesi di Laurea è, di norma, scritta in lingua italiana. L’utilizzo di un’altra lingua deve essere autorizzato dall’Ufficio Accademico;
  • Un Abstract in lingua inglese ed in lingua italiana (di 60 righe) deve essere incluso;
  • Casi di plagio o di disonestà intellettuale saranno penalizzati in misura proporzionale alla gravità di ogni caso singolo;
  • Dopo la consegna della Tesi di Laurea lo studente è tenuto a discutere il suo lavoro davanti ad una Commissione di Laurea costituita da docenti di LCU;
  • La Commissione di Laurea, al termine della discussione, esamina il curriculum degli studi dello studente e, in base anche a quanto emerso da tale discussione, assegna un voto in 110-ecimi che viene comunicato allo studente durante la proclamazione;
  • Nella Cerimonia di Graduation, che si svolge normalmente nel mese di dicembre, viene consegnata allo studente la pergamena di Laurea.

 

3. Indicazioni per l’impostazione grafica della Tesi di Laurea

SUDDIVISIONE DELLA TESI:

  • Pagina Principale
  • Abstract
  • Dichiarazione dell’autore
  • Ringraziamenti/Dediche
  • Indice
  • Testo della tesi finale
  • Bibliografia

 

Pagina Principale

La pagina principale sarà così composta:

  1. titolo della tesi di laurea finale
  2. nome/cognome dello studente/numero di matricola
  3. nome e cognome del supervisor
  4. anno accademico della seduta

Il frontespizio deve essere identico alla copertina.

 

Abstract 

L’Abstract (una breve introduzione e riepilogo della relazione finale in inglese) verrà formattato nella seguente maniera:

  1. la parola “ABSTRACT” scritta in maiuscolo e in neretto
  2. nome completo dello studente
  3. titolo della relazione finale
  4.  testo dell’abstract è un singolo paragrafo di 60 righe con un interlinea di 1,5 righe
  5. Nome e Cognome del Relatore
  6. Mese e anno di presentazione della relazione finale

 

Dichiarazione dell’autore

Si tratta di una dichiarazione firmata in originale dallo studente sull’autenticità del lavoro presentato.

 

Ringraziamenti/Dediche

Non è una pagina obbligatoria; però c’è l’usanza di ringraziare il relatore, ecc.

 

Impaginazione

La pagina principale, l’abstract, la dichiarazione dell’autore etc. sono contati ma non numerati.

I numeri delle pagine iniziano dall’Indice (pagine v) usando i numeri romani.

La parte principale della relazione finale va numerata usando la numerazione araba (1, 2, 3, etc)

I numeri delle pagine devono essere centrati in fondo alla pagina.

 

Layout della pagina

La tesi finale deve essere stampata su carta A4, su un solo lato.

I margini superiori, inferiori e quello a destra devono essere 15mm, il margine di sinistra invece di 40mm, per consentire una buona leggibilità dopo la rilegatura.

Ovviamente, le relazioni finali vanno trascritte al PC.

 

Fonts

Il carattere da usare per il testo è il Times New Roman, mentre Arial può essere usato per i titoli, sottotitoli etc

La dimensione del carattere: 10pt o 12 pt per il testo principale, 14pt o 16 pt per i titoli, sottotitoli e la pagina principale

 

Formattazione paragrafi

L’interlinea deve essere di 1,5 righe in tutta la relazione finale, tranne:

  • L’indice
  • Bibliografia
  • Note a piè di pagine
  • Citazioni lunghe

 

Bibliografia

Ogni citazione o riferimento bibliografico deve essere incluso in una lista in ordine alfabetico per autore. Se viene utilizzato più di un testo dello stesso autore l’elenco deve essere in ordine cronologico.

Va compilata in ordine alfabetico possibilmente nella seguente maniera:

  • Cognome autore
  • Iniziali dell’autore
  • Titolo del testo
  • Anno di pubblicazione (tra parentesi)
  • Luogo di pubblicazione
  • Casa editrice

 

3. Indicazioni formali generali

Parole straniere ed evidenziazioni

Le norme prevedono che parole straniere di uso comune nella lingua italiana vadano scritte in tondo; negli altri casi è richiesto il corsivo, tranne per nomi propri e denominazioni ufficiali di istituzioni o leggi che non sono reputati parole straniere.
I termini latini sono da considerarsi stranieri e vanno in corsivo.
Per dare particolare rilievo a specifiche parole o a brani del testo si può ricorrere al corsivo, mentre per modi di dire o espressioni di questo genere si useranno le virgolette ad apice doppio.

Figure e tabelle

L’inserimento di grafici e tabelle richiede sempre l’indicazione della fonte e della data di aggiornamento dei dati presentati.

Abbreviazioni

Le abbreviazioni possono essere utilizzate sia nel testo che nelle note e nella bibliografia.

Le abbreviazioni possono essere redazionali:

  • Anno a.
  • Articoli artt.
  • Articolo art.
  • Capitoli capp.
  • Capitolo cap.
  • Citati citt.
  • Citato cit.
  • Codice cod.
  • Codici codd.
  • Confronta cfr.
  • Eccetera ecc.
  • Edizioni edd.
  • Esempio es.
  • Figura fig.
  • Figure figg.
  • Ibidem ibid.
  • Idem Id.
  • Numeri nn.
  • Numero n.
  • Opera citata op.cit.
  • Pagina p.
  • Pagine pp.
  • Seguente sg.
  • Seguenti sgg.
  • Senza anno s.a.
  • Senza data s.d.
  • Senza luogo s.l.
  • Tabella tab.
  • Tabelle tabb.
  • Traduzione trad.
  • Volume vol.
  • Volumi voll.

Oppure relative alle pubblicazioni citate:

  • J. = Journal
  • Rev. = Revue, Review
  • Riv. = Rivista
  • Z., Zeit. = Zeitschrift Zh.
  • Zhur. = Zhurnal
  • Bull. = Bulletin
  • Proc. = Proceedings
  • Ann. = Annals,Annual 
  • Hist. = History, Historical 
  • Soc. = Society, Social
  • Am., Amer. = America, American 
  • Can., Canad. = Canada, Canadian 
  • Brit. = British
  • It., Ital. = Italy, Italian

In caso di impiego sistematico, è buona norma inserire nell’elaborato una tabella riepilogativa di tutte le abbreviazioni impiegate.

 

Scarica le linee guida per l’impostazione grafica

Scarica le linee guida per la Tesi di Laurea Triennale

Scarica le linee guida per la Tesi di Laurea Magistrale