“X” or “Y”: voi di che generazione siete?

Quando Coupland Douglas definiva nel suo romanzo la Generazione X aveva in mente tanti giovani disoccupati, apatici, senza obiettivo e con scarsa identità sociale…. precari nel lavoro e a volte nella vita, con poca capacità di comunicazione con le generazioni precedenti. 

Ma sono davvero così i giovani d’oggi? Sono tutti privi di iniziativa e destinati all’insuccesso?

 

Non sono della stessa opinione alcuni esperti di investopedia.com una delle più grandi piattaforme mondiali, fonte di educazione finanziaria e di consigli pratici per gli investimenti e le analisi di mercato. In un interessante articolo “Successful Young Entrepreneurs” investopedia ci mostra 10 casi di giovanissimi “imprenditori” americani. 

Una generazione “Y” che, al contrario, è stata ottimista e creativa e ha fatto della sua inventiva una fonte di guadagno. 

 

Alcuni esempi?

dasicHart Main, 14 anni, con un piccolo investimento iniziale di 100 dollari ha portato avanti il suo progetto ManCans Cominciò a produrre candele profumate per tutti, soprattutto per gli uomini (chi mai avrebbe pensato ad una candela con fragranza “Bacon” o “Immondizia”?). Oggi le candele ManCans sono vendute in oltre 60 negozi, l’azienda nel 2013 ha guadagnato 260mila dollari.

Cameron Johnson, ha iniziato all’età di nove anni con dei semplici inviti per le feste in famiglia. Due anni dopo  aveva fatto migliaia di dollari vendendo carte attraverso la sua società, Cheers and Tears. All’età di 12 anni, ha pagato $100 per trenta Beanie Babies di sua sorella rivendendoli su eBay ad un prezzo dieci volte superiore a quello di acquisto. Ha poi acquistato le bambole direttamente dal produttore, realizzando un profitto di 50.000 dollari in meno di un anno. Con quel denaro ha avviato un Internet Business che ha portato 3.000 dollari al mese in introiti pubblicitari.

Catherine Cook, una ragazzina di 15 anni e suo fratello hanno pensato di costruire un sito web che potesse essere una versione on line di un annuario personale. MyYearbook.com è stato lanciato e si è poi implementato consentendo agli utenti di inviare e completare quiz online. Fino al 2006 il sito ha aveva 3 milioni di membri in tutto il mondo, oggi 90 milioni. Il sito ha attirato grandi inserzionisti come Disney e ABC. Inutile parlare del suo fatturato annuo.

Fraser Doherty, all’età di 14 anni ha cominciato a fare marmellate seguendo le ricette di sua nonna. Nel tempo ha sviluppato un metodo di produzione di marmellata 100% da frutta. In poco tempo Fraser è diventato il più giovane dei fornitori per le grandi catene di supermercati e nel 2007 ha lanciato la gamma SuperJam presente in tutto il mondo e nei più grandi supermercati (Tesco, Asda, Wal-Mart, Sainsbury etc…).

 

E voi ragazzi a quale generazione volete appartenere? I numerosi workshop, le lezioni, i docenti della Link Campus University saranno gli strumenti migliori per testare la vostra inventiva, volete essere anche voi giovani della “Generazione Y”?