CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN GIORNALISMO

Journalism and human digital transformation

a.a. 2019/2020

IL CORSO

Il Corso di specializzazione in Journalism and human digital transformation ha come obiettivo quello di formare i giornalisti di domani ma anche chi, già lavorando nel mondo dell'informazione, intende perfezionare la propria conoscenza del settore. Inoltre, ha lo scopo di fornire conoscenze a chi, sia in ambito pubblico che privato, si occupa di comunicazione e relazioni esterne.

In tal senso, il Corso offre una preparazione strategica di alto livello attraverso la formazione ed il confronto con alcuni tra i più importanti giornalisti italiani; fornisce tutte le conoscenze necessarie a decodificare e analizzare i fenomeni della realtà nella loro complessità; provvede a far acquisire strumenti volti a comprendere le caratteristiche ed il mutamento in atto nel complesso mondo dell'informazione, approfondendo tematiche riguardanti l'informazione cartacea, online, radiofonica e televisiva; fornisce le competenze per formare professionalità qualificate e specializzate nei settori chiave del giornalismo.

Crediti formativi universitari: 15 CFU (SPS/08)
Lingua: Italiana
Presentazione: 19 febbraio 2020, ore 9:30

 

Attenzione:
Facendo seguito alle ultime comunicazioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed in attesa della pubblicazione ufficiale del decreto in emanazione, l’Università degli Studi Link Campus University sospende dal 5 marzo al 3 aprile 2020 le lezioni in aula per Corsi di Laurea, per i Dottorati, per i Corsi Post-lauream e per tutti gli altri Corsi di formazione.

COSTI

Il costo promozionale per gli iscritti all'Ordine dei giornalisti è di 1.250,00 €
Per i non iscritti è di 2.500,00 €

Scadenza iscrizioni: 20 marzo 2020

 

ISCRIZIONI

Per informazioni su iscrizioni:
Email: segreteriapostgraduate@unilink.it
Tel: 0694802290

PROGRAMMA

Unit 1 : Strumenti pratici nel giornalismo

  • Il mestiere del cronista
  • Giornalismo digitale e social
  • Fotografia e scelta delle immagini per una comunicazione efficace
  • Come cambia l'informazione: i limiti della libertà di stampa in Italia
  • Come cambia l'informazione in Italia: il giornalismo tra populismo e sovranismo
  • Presente e futuro della agenzie di stampa
  • Televisione e comunicazione politica al tempo dei social media
  • Giornalismo televisivo: il ruolo della politica e dei social in tv
  • L'intervista televisiva al tempo dei social

UNIT 2 – Contenuti

  • Politica ed economia tra giornalismo e comunicazione
  • Giornalismo e le sue declinazioni: scrittura, video, radio
  • Ottimizzazione dell'informazione tra giornalismo e comunicazione
  • Dal Talk Show alla "Zanzara": le diverse declinazioni del giornalismo
  • Come si diventa influencer: il giornalismo online
  • Le differenze e le relazioni fra le attività e i linguaggi della Comunicazione e della Informazione. Modelli e funzioni oggi a rischio di sovrapposizione
  • Giornalismo politico: la leadership
  • Giornalismo economico: dalla carta stampata ai social
  • L'informazione radiofonica al tempo dei social: più di cent'anni e non sentirli
  • L'informazione nello spazio giuridico
  • Audiweb: i numeri del giornalismo online e offline nell’epoca del digitale
  • Giornalismo tra carta stampata e online: il futuro è dei freelance?
  • Televisione e new media ai tempi della Terza Repubblica

UNIT 3 – Privacy e giornalismo

  • Bilanciamento tra privacy e attività giornalistica
  • Diritto all'oblio e giornalismo online

APPROFONDIMENTI

  • Carta stampata e online: vivere bene insieme
  • Il giornalismo del terzo millennio: dalla macchina da scrivere ai social
  • Dalla politica alle imprese: rapporti con media e strategie di comunicazione
  • Politica e giornalismo televisivo al tempo dei social
  • Il giornalismo al tempo della terza Repubblica. Fatti nazionali e internazionali
  • Il giornalismo d'inchiesta
  • L'informazione parlamentare tra Radio, TV e web
  • La prima pagina dei quotidiani e i programmi TV

TESTIMONIANZE

Marco Agnoletti, capo ufficio stampa Comune di Firenze. Portavoce di Matteo Renzi. Portavoce di Dario Nardella. Capo Ufficio stampa Pd e Portavoce Segretario Nazione Pd. Fondatore di Jump Media e Comunicazione.

Paolo Corsini, è giornalista in Rai e cronista parlamentare. Un po’ di carta stampata, vent’anni di radio, ora la Tv con la responsabilità dei telegiornali di Rai Parlamento. Classe 1968, Riminese di nascita, Romano di adozione: politica, economia e problemi dell'informazione i suoi pallini. Consigliere dell'Ordine nazionale dei giornalisti, laureato in storia Medioevale, sposato, con 2 figli.

Luciano Fontana, nel 1997 entra al «Corriere della Sera» come numero due dell'ufficio centrale. Dopo tre anni ne diventa capo. Nel 2003 è nominato vice direttore. Mantiene il ruolo con il successore Paolo Mieli. Nel 2009 riceve la nomina a condirettore. Dal 1º maggio 2015 succede a Ferruccio de Bortoli alla direzione del quotidiano milanese.

Alessandro Giuli, attualmente conduttore di Povera Patria su Rai Due è stato condirettore del Foglio.

Maurizio Molinari, studia all'Harris Manchester College di Oxford e all'Università ebraica di Gerusalemme e si laurea in scienze politiche nel 1989 e in storia nel 1993 all'Università La Sapienza di Roma. È giornalista dal 1984 (prima collaborazione con La Voce Repubblicana), professionista dal 1989. E' il direttore de La Stampa.

Nicola Porro, è stato vicedirettore de Il Giornale. Dall’autunno del 2016, conduce Matrix su Canale 5. Dall’autunno del 2017, conduce 105 Matrix, su Radio 105 dalle 19 alle 20 tutti i giorni.

Nicola Rao, giornalista professionista dal 1989. Ha lavorato all'Adkronos, poi al tg2 ed al Tgr, dove e' stato capo della redazione regionale del Lazio ed ora è vicedirettore. Cronista giudiziario e poi giornalista parlamentare, ha seguito molte grandi inchieste (tra cui l'attentato al Papa e le stragi di mafia). Ha pubblicato per Sperling Kupfer libri sul terrorismo nero e rosso in Italia.

DOCENTI

Marco Antonellis, giornalista, comunicatore, opinionista Tv. Scrive per alcuni tra i più importanti quotidiani  del Paese e per i maggiori giornali online. È considerato uno dei più influenti retroscenisti politici.

Stefano Cappellini, già caporedattore della cronaca di Roma di Repubblica, oggi dirige la redazione politica del quotidiano fondato da Eugenio Scalfari. In passato ha lavorato al Messaggero.

Rodolfo Martinelli Carraresi, sociologo, giornalista è anche, sceneggiatore, regista, produttore di cinema e teatro. Vicepresidente dell’Associazione Stampa Romana, sindacato delle giornaliste e dei giornalisti di Roma e del Lazio. Fondatore dell’associazione PIUE - Pubblicisti Italiani Uniti per l’Europa nel ruolo di vicepresidente vicario. Fondatore e vicedirettore del quindicinale PIU EUROPEI.

Paolo del Debbio, giornalista e conduttore televisivo italiano conduce Dritto e rovescio su Rete 4.

Antonio Di Bella, storico volto della Rai: attualmente Direttore di Rainews24. In passato ha diretto la Testata Giornalistica Regionale, Rai Tre, il Tg3 ed è stato corrispondente da Parigi e New York.

Arturo Di Corinto, psicologo cognitivo, docente universitario e giornalista. Esperto di Internet, nuove tecnologie e comportamenti sociali.

Alessio Falconio, dal 1998 è corrispondente dal Senato della Repubblica, dal 2002 è corrispondente  dalla Camera dei Deputati, dal febbraio 2014 è Direttore di Radio Radicale.

Angelo Raffaele Marmo, giornalista e scrittore ha lavorato come giornalista economico alla redazione romana de Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno. Dal 2001 al 2008 è stato il capo della redazione romana dei tre giornali. Attualmente ne è il Vicedirettore.

Paolo Pagliaro, è stato redattore capo de la Repubblica e vicedirettore de l'Espresso. Ha diretto l'Adige e altre testate quotidiane locali; inoltre ha fondato l'agenzia giornalistica 9Colonne, nel 1996, di cui è direttore. Dal 2008 è coautore con Lilli Gruber, della trasmissione TV Otto e mezzo, sul canale LA7, per la quale cura l'editoriale Il punto di Paolo Pagliaro.

Andrea Pancani, volto di primo piano della Tv italiana dal settembre 2015 conduce Coffee Break, in onda su La7 di cui è anche Vicedirettore.

David Parenzo, è un giornalista, conduttore radiofonico e conduttore televisivo italiano.

Umberto Pizzi, fotoreporter.

Stefano Polli, vicedirettore Ansa. È stato responsabile del settore diplomatico e Capo della Redazione esteri dell’ANSA.

Riccardo Pugnalin, nato a Milano. Esperienze lavorative in aziende italiane e internazionali con responsabilità nelle aree della Comunicazione Istituzionale e di prodotto; oltrechè nelle aree delle Relazioni Esterne e Istituzionali, delle News e di coordinamento editoriale. Oggi ricopre il ruolo di Vice Presidente Esecutivo di Sky Italia guidando le Direzioni della Comunicazione, dell’Informazione e delle Relazioni Esterne e Istituzionali.

Gennaro Sangiuliano, comincia al Roma di Napoli. Passa poi a Libero dove diventa Vicedirettore. In Rai dal 2003 come inviato del TGR, Sangiuliano diviene caporedattore e passa successivamente al Tg1 fino a diventarne il Vicedirettore. Attualmente è Direttore del Tg2.

Pietro Senaldi, lavora a Libero dalla fondazione del quotidiano. Ha lavorato anche alla Padania e al Giornale d'Italia. Oggi è il Direttore responsabile di Libero.

Fabio Tricoli, è caporedattore della redazione romana di "News Mediaset" e conduttore del canale all news di Mediaset "Tgcom24".

Mariella Venditti, caporedattore del Tg3, curatrice della rubrica Fuori Tg e conduttrice dell'edicola di Linea Notte. Dal 1998 al 2018 conduttrice del Tg3 e per oltre 20 anni inviata parlamentare al seguito della Presidenza del Consiglio e successivamente della Presidenza della Repubblica.