SCIENZE PENALI, CRIMINOLOGICHE E INVESTIGATIVE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
A CICLO UNICO
IN GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA
Indirizzo Scienze Penali, Criminologiche e Investigative


Classe delle lauree in Giurisprudenza: LMG - 01
Programme leader del Corso di Laurea: Prof. Antonio Catricalà
Coordinatore: Maria Elena Castaldo

L’indirizzo Scienze penalistiche, criminologiche e investigative, proposto nel Corso di Laurea in Giurisprudenza, punta a coniugare una solida preparazione nelle scienze penalistiche tradizionali con lo studio di materie che sempre più interessano il giurista contemporaneo, riguardanti tematiche legate alle indagini e alle prove tecnico-scientifiche, alla conoscenza delle principali materie non giuridiche come la biochimica, la medicina-legale e la dattiloscopia utili all’attività investigativa, alla conoscenza approfondita della criminologia e della psicologia applicata ai processi decisionali, senza trascurare i profili della cybersecurity, della gestione dei flussi migratori e della sicurezza dello Stato, della diplomazia giuridica e dell’ampio tema inerente i diritti umani. L’acquisizione di specifiche competenze nelle nuove aree del sapere appare una necessità ineludibile, sia per quanti ambiscano a ricoprire ruoli di responsabilità all’interno di Pubbliche Amministrazioni o di aziende private, sia per aspiranti giudici, avvocati o notai. La contaminazione dei saperi tradizionali con nuove discipline, anche attraverso l’esperienza dei laboratori, è un sicuro orizzonte nel quale maturare una professionalità altamente specialistica e capace di intercettare le opportunità offerte dal mondo del lavoro contemporaneo.

Sbocchi professionali

Il laureato con specializzazione in Scienze penalistiche, criminologiche e investigative opera con funzioni imprenditoriali, consulenziali, professionali e dirigenziali tanto nell’ambito privato quanto nella pubblica amministrazione, laddove vi sia necessità di analizzare gli aspetti giuridici connessi alla tutela penalistica.

Sbocchi occupazionali

Nel settore privato, come notai e avvocati, che svolgono attività di consulenza e ricerca nell'ambito delle strutture forensi e dei poli tecnologico-scientifici, dipendenti o consulenti presso imprese nelle quali vi sia un elevato grado di utilizzo di tecnologie o di biotecnologie, nelle software house nelle quali vi sia un forte valore innovativo, nell'ambito di attività economiche del settore della produzione, della conoscenza e dell'informazione, nelle imprese private e del terzo settore negli ambiti della produzione della conoscenza e dell'informazione.

Metodologia didattica e piano di studi

La metodologia didattica proposta dall’indirizzo in Scienze penalistiche, criminologiche e investigative recupera l’esperienza consolidata dei propri docenti, privilegiando la didattica frontale con una spiccata connotazione di carattere pratico fatta di project work e simulazioni, svolte anche con la partecipazione di esperti del settore di respiro internazionale. La didattica offerta, unitamente alle attività di laboratorio, è concepita per coinvolgere attivamente gli studenti in un’esperienza di apprendimento collaborativo unica e stimolante, a stretto contatto con i docenti del corso. Le aule, del resto, pensate per ospitare massimo 25 studenti, favoriscono il rapporto e l’interazione diretta, in ogni lezione. Completano l’offerta formativa i laboratori, focalizzati su settori nevralgici, finalizzati a sviluppare le conoscenze acquisite nei corsi frontali.

Laboratori

icone_giurisprudenza

CRIME LABs.

Oltre alle materie di studio, il percorso offre un’esperienza pratica grazie ai laboratori criminologici, i CRIME LABs, che consentono ai nostri studenti di imparare attraverso la pratica quello che avviene nelle fasi di sopralluogo e raccolta delle tracce sulla Scena di un Crimine e di studiare la criminologia con particolare attenzione all’analisi di colui che delinque in quanto persona, con un approccio, quindi, antropologico, psichiatrico e psicologico. Questo percorso di formazione avanzata prosegue nelle fasi di successiva analisi dei protocolli e della catena di custodia, nell’analisi logica delle tracce e nel percorso dibattimentale durante il quale si formano le prove.

icone_giurisprudenza-58

Il processo penale in action.

L’obiettivo del laboratorio è la conoscenza della materia processuale di ordine penale come declinata sul piano legislativo, ma soprattutto come in concreto affrontata nelle aule di Tribunale e nelle criticità riscontrate nella prassi giurisprudenziale.

Attraverso gli incontri di didattica frontale saranno inquadrate le disposizioni di nuovo conio, in un’ottica di comparazione con i precedenti dettami oggetto di riforma al fine di avvicinare lo studente a un insieme di conoscenze e tecniche specifiche di lavoro inerenti al procedimento di riformulazione legislativa con particolare attenzione all’utilizzo consapevole degli strumenti interpretativi propri della professione dell’odierno ‘operatore del diritto’.

Durante tutta l’attività del laboratorio, gli studenti saranno accompagnati presso le aule di giustizia del Tribunale Ordinario di Roma per prendere parte alle fasi principali del processo penale.

Il laboratorio si concluderà con il coinvolgimento degli studenti nella simulazione di un processo penale.

icone_giurisprudenza-59

Il Terrorismo tra oriente e occidente.

Attraverso gli incontri di didattica frontale sarà illustrato un inquadramento delle diverse fattispecie di terrorismo di fonte nazionale e internazionale al fine di avvicinare lo studente a un insieme di conoscenze e tecniche specifiche di lavoro inerenti l’ordinamento nazionale. In particolare, il corredo normativo penale, sostanziale e processuale, di contrasto al fenomeno sarà analizzato alla luce degli interventi di settore inaugurati con la L. 31.07.2005, n. 55 “Conversione in Legge, con modificazioni, del Decreto Legge 27 luglio 2005, n. 144, recante misure urgenti per il contrasto del Terrorismo Internazionale”, e ripresi dalle recenti introdotte con il D.L.18.2.2015, n. 7 convertito con la L. 17.04.2015, n. 43 e con la L. 28.07.2016, n. 153 di adeguamento del nostro ordinamento a una serie di impegni internazionali in materia. La casistica giurisprudenziale interna ed europea guiderà l’approfondimento di un tema, quello del terrorismo, la cui analisi non può non ‘approvvigionarsi’ ai principali arresti giurisprudenziali declinanti il fenomeno nella prassi.

Ammissioni

Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza dell'Università degli Studi Link Campus University è necessario sostenere un test d’ingresso o un colloquio conoscitivo, al fine di valutare la preparazione personale dello studente.

La Link Campus University accetta domande d’iscrizione da parte di studenti di ogni nazionalità, anche per gli anni successivi al primo. In quest’ultimo caso è necessario che il Senato accademico riconosca i crediti conseguiti presso l’Ateneo di provenienza. La domanda di ammissione, debitamente compilata, viene valutata dai competenti organi accademici. Successivamente, la valutazione viene comunicata allo studente.

Titoli di studio necessari
Per iscriversi al primo anno del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • Diploma di maturità quinquennale
  • Diploma di maturità quadriennale con anno integrativo
  • Diploma di maturità quadriennale rilasciato da istituti d’istruzione secondaria superiore, presso i quali non è più attivo l’anno integrativo
  • Titolo di studio conseguito all’estero dopo almeno 12 anni di scolarità

 

Vedi le Modalità di iscrizione

Borse di studio

 

L'Università degli studi Link Campus University premia gli studenti meritevoli con borse di studio a copertura parziale della retta annuale.

Per tutti gli studenti che si iscrivono al primo anno del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza, sono disponibili borse di studio al merito che coprono fino al 50% della retta a seconda del voto conseguito agli esami di maturità.

La borsa di studio riconosciuta al primo anno è rinnovabile per gli anni successivi a condizione del superamento di tutti gli esami di ciascun anno con una media superiore ai 27/30.

Di seguito le riduzioni offerte:

Vedi le rette universitarie.

Di seguito le riduzioni offerte

Voto 100/100 Riduzione 50%

Voto 99/100 Riduzione 40%

Voto 97-98/100 Riduzione 30%

Voto 95-96/100 Riduzione 25%

Voto 93-94/100 Riduzione 20%

Voto 91-92/100 Riduzione 15%

Voto 90/100 Riduzione 10%

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie, leggi la cookie policy. - More Info | Close