RELAZIONI INTERNAZIONALI

 

SCIENZA DELLA POLITICA E DEI RAPPORTI INTERNAZIONALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZA DELLA POLITICA E DEI RAPPORTI INTERNAZIONALI

RELAZIONI INTERNAZIONALI: Classe delle lauree in Scienze politiche e delle relazioni internazionali: L-36

Programme leader del Corso di Laurea: Prof. Massimo Cacciari
Coordinatore: Prof. Maurizio Zandri

studenti in aula link campus university

C’è una esigenza sempre maggiore di Pubblici Amministratori, professionisti, cooperanti, imprenditori che sappiano interpretare le sfide dello scenario internazionale, le sue evoluzioni. Che sappiano ragionare, amministrare, lavorare volgendo le crisi in opportunità. Questo percorso di studi triennale, che ha la sua possibile evoluzione nella Laurea magistrale, offre le conoscenze fondamentali di ordine storico, politico antropologico, giuridico, geo-strategico per orientarsi, interpretare, agire; trasmette i principi e le regole della Comunità internazionale, l’etica dell’intervento utile; introduce ai metodi e contenuti  fondamentali delle principali professionalità necessarie.

La classe Relazioni Internazionali (L-36) è particolarmente rivolta a chi voglia intraprendere una carriera nel campo della diplomazia e delle relazioni internazionali, della Cooperazione e nelle operazioni nelle aree di crisi. Si studiamo i cambiamenti della geopolitica, in particolare dalla fine della “guerra fredda” a oggi, con particolare attenzione alla crisi dello Stato, ai rischi asimmetrici e alle nuove frontiere della sicurezza. Lo studente, inoltre, approfondisce i temi del peace-building e della ricostruzione post-conflittuale. Altresì, vengono focalizzati la genesi, i fattori e le variabili dei “global trends” del prossimo decennio. Infine, lo studente lavora sulla ricerca e sull’analisi dei dati per la costruzione di scenari strategici.

Alla conclusione del Corso gli studenti sapranno

  • comprendere i processi di formazione e attuazione delle politiche pubbliche nazionali e internazionali attraverso chiavi di lettura di ordine economico, giuridico, storico, politologico e sociologico, antropologico
  • individuare gli ambiti istituzionali e organizzativi migliori ed i metodi più significativi di intervento professionale nell’ambito internazionale

Sbocchi professionali

I laureati in Scienze della Politica e dei Rapporti internazionali, grazie al lavoro intensivo sulle conoscenze linguistiche, realizzano una formazione e una preparazione spendibile sia in Italia sia all’estero. Nella continuità tra percorso triennale e magistrale, i settori occupazionali in cui i laureati possono meglio inserirsi sono:

  • Istituzioni europee e internazionali (Unione Europea, Nazioni Unite e le sue organizzazioni di settore, etc.);
  • Pubbliche Amministrazionicentrali e periferiche (assemblee elettive, ministeri, enti locali,  authorities) impegnate in progetti di cooperazione, internazionalizzazione, vicinato;
  • Ministero Affari Esteri e Cooperazione internazionale (carriera diplomatica, amministrativa ed Esperti )
  • Agenzia Nazionale per la Cooperazione Internazionale (Esperti e personale amministrativo)
  • Onlus ed ONG nazionali ed internazionali che operano all’Estero
  • Organizzazioni internazionali (OIM, Emergency, IDLO, ILO, etc.)
  • Sindacati, Fondazioni e Associazioni della politica
  • Imprese e cooperative(finanziarie, commerciali, manifatturiere e di servizi) con attività di internazionalizzazione o all’Estero;
  • Organizzazioni economiche del terzo settore(fondazioni, cooperative sociali, onlus,);
  • Uffici e centri studi di organismi territoriali, enti di ricerca e organizzazioni internazionali
  • Università e Centri di Ricerca
  • Proprie start-up finalizzate alla assistenza, ai servizi, alla cooperazione internazionale

Piani di studio

La didattica tradizionale è arricchita dall'apporto sia di esperti esterni sia dalla organizzazione di seminari e di laboratori "finalizzati". Si cerca, in sostanza, di fornire bussole professionali agli studenti che vogliano entrare nei mondi del lavoro sopra descritti o migliorare la propria carriera soprattutto all'interno delle amministrazioni pubbliche. Gli studenti hanno a disposizione, oltre ai materiali didattici, la possibilità di collaborare al  blog di informazione geostrategica dell'Università, The Global Eye che, ogni giorno, pubblica analisi tratte dai principali think tank a livello internazionale; all’attività di coaching curata dal corpo docente (incontri frequenti, attenzione a casi personali legati al corso, guida verso possibili percorsi di stage, anche internazionali).

Laboratori

Link Campus, per quanto concerne i laboratori, propone agli iscritti una ampia gamma di scelta su temi che, guardando al mondo fra dieci anni, diventeranno sempre più strategici. e saranno oggetto delle agende dei Governi e delle Organizzazioni internazionali. Esperti riconosciuti nei vari campi, con "competenze aperte", si confronteranno con gli studenti per migliorare le loro conoscenze e costruire scenari che tengano conto dei fenomeni "emergenti". L'integrazione fra didattica tradizionale e laboratori permette di trasformare il lavoro d'aula in un "lavoro comunitario", mettendo gli studenti al centro al fine di accrescere le loro potenzialità, migliorare il pensiero critico e le pratiche di cooperazione. Alcuni dei temi oggetto dei laboratori qui descritti saranno oggetti di insegnamento all'interno del corso di studi magistrale.

I laboratori sono gli stessi per le due classi di laurea e possono essere frequentati indistintamente da tutti gli studenti. Lo studente potrà richiedere l'attivazione dei laboratori all'atto dell'iscrizione.

Laboratori comuni
L-16/L-36

potere

In viaggio con i migranti

(a cura di Maurizio Zandri – email: m.zandri@unilink.it)
Il Laboratorio ha lo scopo di leggere da più punti di vista e attraverso linguaggi differenti il fenomeno delle migrazioni: dal terribile viaggio (raccontato, filmato, fotografato), alla conoscenza socio-antropologica delle realtà urbane di destinazione; fino a spingersi verso la sperimentazione del “fare” e l’acquisizione di strumenti per preparare un progetto di intervento da farsi finanziare.

Laboratori specifici L-36

icone_lab_studi_internazionali_7

Migrazioni ed etnicità urbana: laboratorio etnografico/ Lo Stato in Africa

Un percorso democratico: sovranismo, federalismo e l’esperienza del Rojava

Ammissioni

Per essere ammessi al Corso di Laurea in Scienze della Politica e dei rapporti internazionali dell’Università degli Studi Link Campus University di Roma è necessario necessario sostenere un test d’ingresso o un colloquio conoscitivo, al fine di valutare la preparazione personale dello studente.
Vedi le Modalità di iscrizione al Corso di Laurea.

Borse di studio

L'Università degli Studi Link Campus University premia gli studenti meritevoli con borse di studio a copertura parziale della retta annuale.

Per tutti gli studenti che si iscrivono al primo anno del Corso di Laurea Triennale in Scienze della Politica e dei Rapporti Internazionali , sono disponibili borse di studio al merito che coprono fino al 50% della retta a seconda del voto conseguito agli esami di maturità.
La borsa di studio riconosciuta al primo anno è rinnovabile per gli anni successivi a condizione del superamento di tutti gli esami di ciascun anno con una media superiore ai 27/30.

Vedi le rette universitarie.

Di seguito le riduzioni offerte

Voto 100/100 Riduzione 50%

Voto 99/100 Riduzione 40%

Voto 97-98/100 Riduzione 30%

Voto 95-96/100 Riduzione 25%

Voto 93-94/100 Riduzione 20%

Voto 91-92/100 Riduzione 15%

Voto 90/100 Riduzione 10%

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie, leggi la cookie policy. - More Info | Close