Studi Strategici e Scienze Diplomatiche (LM52/62)

Il corso di laurea in Studi Strategici e Scienze Diplomatiche si ispira a un approccio  interdisciplinare, in cui i contenuti e le metodologie della Scienza politica, della Sociologia della Comunicazione, del Diritto, dell’Economia e della Statistica si integrano vicendevolmente. Le conoscenze e gli strumenti acquisiti attraverso lo studio di queste discipline appaiono imprescindibili per sviluppare una carriera nei settori pubblico e privato nel mondo contemporaneo.

Per il livello degli studi, la qualità della docenza e il coinvolgimento nelle attività collaterali e di approfondimento, si tratta di un corso di laurea di particolare prestigio e complessità.

Lo studente può personalizzare il piano di studi in base ai propri interessi e ambizioni lavorative attraverso i due orientamenti curriculari Governo e decisione politica e International relations.

Modalità di frequenza:

  • In presenza: lezioni frontali in miniclassi da massimo 25 studenti presso il Campus di Roma;
  • Live streaming: lo studente può seguire le attività didattiche ovunque si trovi, interagendo in diretta con l’aula.

Tutte le attività proposte in live streaming possono essere ascoltate anche in un secondo momento, a completamento della propria formazione.

CURRICULA

Governo e decisione politica

Il curriculum Governo e decisione politica del corso di laurea in Studi strategici e scienze diplomatiche forma figure che si misurano con processi decisionali complessi e organizzazioni burocratiche ampie e articolate.

Il percorso di studi offre competenze specialistiche in scienze diplomatiche e diritto internazionale, risoluzione dei conflitti e peace building, politiche sulle energie e sui mutamenti climatici, valenza politica delle dinamiche identitarie e religiose.

Nel percorso formativo riveste particolare rilievo la capacità di programmare politiche, apparati e procedure delle fasi di crisi e nelle emergenze e pandemie.

La didattica tradizionale è arricchita da momenti di approfondimento e studio con esperti (giornalisti, comunicatori, rappresentanti delle istituzioni, etc.) e dalla partecipazione a seminari, incontri e laboratori.

Gli studenti avranno la possibilità di scrivere su diversi blog tematici come Geohub, uno spazio di approfondimento online sui temi della politica internazionale gestito dagli studenti del corso di laurea.

Sbocchi professionali

La formazione multidisciplinare del corso di laurea consente ai laureati magistrali di sviluppare le competenze necessarie per accreditarsi come specialisti in scienze politiche e sociali, scienze giuridiche e scienze economiche su posizioni di livello intermedio e superiore sia nel settore pubblico che privato.

I laureati in Governo e decisione politica possono trovare occupazione nei seguenti ruoli:

  • alti funzionari parlamentari e delle istituzioni, nazionali e internazionali;
  • politici, funzionari e dirigenti di partiti, sindacati e associazioni di categoria;
  • alti funzionari e dirigenti delle amministrazioni locali, regionali, ministeriali e statali;
  • alti funzionari e dirigenti di authorities regolative e di controllo;
  • alti funzionari e dirigenti di società pubbliche e private di gestione delle utilities;
  • dirigenti delle associazioni di rappresentanza;
  • responsabili degli studi e delle relazioni istituzionali nei grandi gruppi pubblici e privati;
  • carriera diplomatica.

International relations

Il curriculum International relations del corso di laurea in Studi strategici e scienze diplomatiche forma figure professionali per le organizzazioni e istituzioni internazionali, governative e non governative.

Lo studio rivolge l’attenzione ai temi emergenti della dimensione internazionale, come le politiche energetiche e climatiche, la gestione di crisi dai contorni sempre più indefiniti e le strategie confliggenti dei protagonisti della politica internazionale.

Il corso di laurea permette di acquisire anche le competenze specialistiche necessarie per muoversi con competenza negli scenari politici dell’infosfera, attraverso le conoscenze acquisite nei settori della sicurezza cyber, dei rischi della disinformazione, della guerra cibernetica, dell’ingegneria sociale e dell’hacking.

La didattica tradizionale è arricchita da momenti di approfondimento e studio con esperti (giornalisti, comunicatori, rappresentanti delle istituzioni, etc.) e dalla partecipazione a seminari, incontri e laboratori.

Gli studenti avranno la possibilità di scrivere su diversi blog tematici come Geohub, uno spazio di approfondimento online sui temi della politica internazionale gestito dagli studenti del corso di laurea.

Sbocchi professionali

I percorsi professionali per i laureati in International relations sono nei seguenti ambiti:

  • diplomazia;
  • organizzazioni politiche e sindacali;
  • organizzazioni internazionali;
  • pubblica amministrazione;
  • public affairs;
  • lobbying;
  • political intelligence;
  • uffici relazioni internazionali delle aziende nazionali e multinazionali;
  • uffici rapporti istituzionali delle aziende nazionali e multinazionali;
  • ONG e Terzo settore.

Durante il percorso di studi gli studenti usufruiscono di un’attività di coaching curata dal corpo docente, con incontri frequenti e attenzione a possibili percorsi di stage, anche internazionali, messi a disposizione dalle aziende partner della Link Campus University.


Dettaglio dei gruppi opzionali:

Richiedi Informazioni